Benvenuto, Ospite
La Medicina Ortomolecolare è una pratica terapeutica che si basa sull'introduzione della quantità ideale di nutrimenti nella dieta che mira a perseguire il livello di salute ottimale attraverso il riequilibrio dell'assetto biochimico.

ARGOMENTO: integratori simbiotici

integratori simbiotici 01/12/2018 00:56 #61126

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2233
  • Ringraziamenti ricevuti 1085
ciao Liuc,

se vai qualche post sopra c'è già stato l'utente zigghy che ha postato più o meno la stessa domanda, alla quale io ho risposto quello che rispondo ora a te ;)

cioè che c'è chi consiglia di fare dei cicli e chi consiglia di prenderli sempre o quasi, io personalmente fino allo scorso anno preferivo prenderli a cicli, ora invece mi sto convincendo sempre più della loro importanza (parlo di probiotici e/o simbiotici, quindi anche prebiotici) e vorrei prenderli sempre....

finora ho alternato darmflora in cp (che però è molto difficile da trovare se non su ebay e che costicchia) a yovis in bs (che come quantità è il migliore ma che non è gastroresistente e ha, almeno per me, un sapore pessimo) a proflora della Guna sempre in bs (ottima marca) che prendo attualmente, ma è troppo costosa e ha troppi pochi probiotici come quantità mentre ne ha molti come ceppi...

proprio oggi :) ho ordinato per la prima volta gli stessi da te linkati su Amazon , che nelle speciali classifiche di questo topic stilate dal sottoscritto erano comunque fra i migliori quindi la prossima settimana mi arriveranno anche a me, tu da quanto li assumi?
Ultima modifica: 01/12/2018 00:56 da miciofelix.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Liuc33

integratori simbiotici 01/12/2018 02:49 #61127

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2233
  • Ringraziamenti ricevuti 1085
quasi alle 3 di notte, continuando a passare da un sito all'altro riguardo endorfine e quant'altro, sono finito di nuovo su Amazon e sui probiotici (anzi simbiotici perchè anche qui c'è pure l'inulina) dove ho trovato questo prodotto "cugino" di quello appena linkato da me e Liuc:

www.amazon.it/Probiotici-Vegavero-INSAPO..._product_top?ie=UTF8

solo che questo (stessa marca dell'altro) è in polvere e non in capsule ma stando alle recensioni sembrerebbe comunque molto efficace, anche se molto più costoso di quello in capsule a parità di quantità probiotica....

infatti l'altro con 90 cp (ciascuna delle quali ha 4 mld di probiotici) durava 3 mesi, questo per avere sempre 4 miliardi a dose devi prenderne 5 gr e quindi durerebbe solo 2 settimane (infatti dalle recensioni sembra più per bambini a cui servono magari dosi più basse)!!

inoltre questo non è gastroresistente e ha solo 5 ceppi....niente, meglio le capsule :) (tranne appunto per bambini che magari prendono più volentieri la polvere mischiata a bibite o altro)
Ultima modifica: 01/12/2018 02:50 da miciofelix.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Liuc33

integratori simbiotici 02/12/2018 01:07 #61130

  • Liuc33
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Zen
  • Messaggi: 3891
  • Ringraziamenti ricevuti 681
Micio li ho presi per 15 giorni poi li ho mollati per 10 giorni e ora li riprendo sempre ;)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: miciofelix

integratori simbiotici 01/07/2019 02:44 #62558

  • marcucciuz
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 115
  • Ringraziamenti ricevuti 24
Micio mi rivolgo a te visto che ho letto tutto il thread con le tue classifiche. Alla fine ho letto che a dicembre ti sei orientato sul prodotto Vegavero. Alla fine come ti sei trovato? È decisamente moooooolto più economico degli altri e avrei intenzione di provarlo
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

integratori simbiotici 01/07/2019 12:06 #62559

  • marcucciuz
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 115
  • Ringraziamenti ricevuti 24
nell'attesa della risposta del micio ho cercato su amazon i probiotici piu recensiti. So bene che spesso non è sinonimo di qualità ma vorrei porre l'attenzione su questi prodotti. Purtroppo non sono espertissimo quindi vorrei un parere tecnico di Micio.
Tutto sto sbatti è nato per la mia ragazza che non tollera bene l'inulina quindi penso che il prodotto vegavero non faccia eccezione.

I prodotti sono:

www.amazon.it/Probiotici-Gastroresistent...y&sr=8-2-spons&psc=1

www.amazon.it/Integratori-Multibiotic-Nu...y&sr=8-4-spons&psc=1

www.amazon.it/Integratore-Probiotico-Mil...208&s=gateway&sr=8-5

www.amazon.it/Enterolactis-Integratore-A...208&s=gateway&sr=8-9
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: miciofelix

integratori simbiotici 01/07/2019 12:48 #62561

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2233
  • Ringraziamenti ricevuti 1085
ciao Marcucciuz,

intanto grazie anche a te per i 4 prodotti che hai linkato, appena ho tempo analizzerò anche quelli e semmai se lo meritano li inserirò in classifica ;)

riguardo al prodotto vegavero mi trovo ottimamente e ormai lo prendo sempre, tutto l'anno tutti i giorni, poi ovviamente ognuno è diverso e quello che va bene a uno potrebbe non andar bene a un altro...

mi sembra che anche Liuc ci si trovi bene e ora li prenda sempre come ha scritto, ma Liuc un giorno scrive una cosa e un giorno cambia idea repentinamente, è un mito :lol: ad esempio ancora non ho capito se l'inositolo ancora lo prende o se ha smesso, idem per tante altre sostanze come l'MSM, il Lugol, ecc... :silly:
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: marcucciuz

integratori simbiotici 01/07/2019 13:33 #62562

  • Liuc33
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Zen
  • Messaggi: 3891
  • Ringraziamenti ricevuti 681
Micio, prendo tutto fuori che l'inositolo
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

integratori simbiotici 01/07/2019 13:45 #62563

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2233
  • Ringraziamenti ricevuti 1085
Liuc, ti suggerisco di rileggerti il topic (tutte le pagine) sull'inositolo per ricordarti i tanti pregi e vantaggi, poi decidi se riprenderlo oppure no ;) se non vorrai ancora riprenderlo come non detto, de gustibus no disputandum est, ma il topic rileggilo perchè secondo me è uno fra i migliori 5 integratori in assoluto B) (anche se siamo off topic e la chiudo qui sull'inositolo in questo topic)
Ultima modifica: 01/07/2019 13:45 da miciofelix.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

integratori simbiotici 01/07/2019 13:50 #62564

  • marcucciuz
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 115
  • Ringraziamenti ricevuti 24
miciofelix ha scritto:
ciao Marcucciuz,

intanto grazie anche a te per i 4 prodotti che hai linkato, appena ho tempo analizzerò anche quelli e semmai se lo meritano li inserirò in classifica ;)

riguardo al prodotto vegavero mi trovo ottimamente e ormai lo prendo sempre, tutto l'anno tutti i giorni, poi ovviamente ognuno è diverso e quello che va bene a uno potrebbe non andar bene a un altro...

Grazie per l'ottima testimonianza. Allora sarò impaziente nell'attendere la tua analisi sui prodotti linkati per valutare se spunterà fuori un nuovo numero 1 :P
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

integratori simbiotici 01/07/2019 14:15 #62565

  • Kito
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 596
  • Ringraziamenti ricevuti 284
Ho fatto un sogno. Tutto confuso. Quindi figurarsi se riesco a descriverlo in modo sensato.

Dunque, sti cosini, entrano nell' intestino e siccome lo spazio è quello che è, cominciano a contendersi il posto con quello più antipatici. E fin qui, ok. Diciamo che prendono il sopravvento. E esultiamo.

Ma finisce li ? No, nel mio sogno comincia li. Ossia, che attività svolgono una volta accasati ? Producono vitamine, minerali, tv oled ? Che cavolo combinano ?

Fino a quando non si riesce a capire quanto e cosa producono, mi sono simpatici fino a quando svolgono la loro preziosa funzione di fermare diarree e guerre "intestine". Oppure fermare influenze. Ecc ecc. Ma una volta che hanno svolto la loro funzione, per me diventano una specie di arma di distruzione di massa e mi fanno paura. Quindi smetto di prenderli. SU BI TO.

A meno che non smetta di prendere tutte le altre cose che prendo e mi affidi solo a quelle che producono loro.

Nella mia pancia non c'è spazio per tutto in assenza di problemi specifici. Questa pancia non è un hotel (semi-cit.).

Fine del sogno.
Ultima modifica: 01/07/2019 14:18 da Kito.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Midiclò

integratori simbiotici 01/07/2019 15:12 #62566

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2233
  • Ringraziamenti ricevuti 1085
x Kito

riguardo i probiotici ti riporto quello che ho trovato io riguardo la loro utilità, ovviamente non tutti i link che ho trovato (riempirei decine di pagine) ma uno a caso:

www.medicitalia.it/minforma/gastroentero...-ed-uso-clinico.html

"(..) I probiotici sono dei microrganismi vivi che, se utilizzati come supplemento alimentare di natura microbica, influenzano in modo benefico l’ospite, modulando la risposta immunitaria locale e sistemica e migliorando anche l’equilibrio nutrizionale e microbico del tratto intestinale.

La maggior parte delle specie batteriche probiotiche in uso appartiene ai generi Lactobacillus e Bifidobacterium, le specie utilizzate a fini terapeutici devono pertanto essere in grado di colonizzare stabilmente il colon sottraendo spazio ai batteri patogeni.

I lactobacilli sono presenti a livello intestinale, respiratorio e cutaneo e sono una “prima linea” difensiva, sia contro patogeni esterni sia contro altri organismi presenti nella microflora intestinale, verso cui esercitano funzioni di equilibrio e controllo.

Lattobacilli Bifidobatteri


Alcune azioni benefiche dei probiotici

Competizione per i nutrienti, prevenendo la colonizzazione dell’intestino da parte di batteri patogeni ostili e di lieviti;

Riduzione e quindi acidificazione (produzione di acido acetico e acido lattico) del pH intestinale, rendendo così l’ambiente inospitale per batteri patogeni;

Modulazione (riduzione) assorbimento colesterolo probabilmente metabolizzando la bile a livello intestinale e impedendone quindi il riassorbimento ed il conseguente il passaggio di colesterolo dall'intestino al flusso sanguigno, e miglioramento dell’assorbimento di calcio a livello intestinale;

Inibizione dei batteri capaci di trasformare i nitrati (presenti nel cibo e nell’acqua), in nitriti e quindi di nitrosammine, potenzialmente cancerogene;

Legare ed espellere sostanze tossiche come i metalli pesanti;

Sintesi delle vitamine del Gruppo B, essenziali per il nostro organismo;

Miglioramento della funzionalità intestinali ed epatica
. Vi sarebbero enzimi di origine batterica simili al citocromo P450 , inducendone una maggior espressione nel fegato (tale citocromo è coinvolto nella fase di detossificazione epatica). Questo sembra possibile attraverso particolari vie di comunicazione tra le cellule procariotiche (batteri) e quelle eucariotiche (umane).



L’attività anti-neoplastica dei microrganismi probiotici si esplicherebbe attraverso:


• Binding e Degradazione dei composti mutageni (ad esempio il Lactobacillus bulgaricus avrebbe un effetto anti-mutageno, dovuto alla capacità di legarsi alle ammine eterocicliche che vengono prodotte durante il processo di cottura dalle sostanze cancerogene contenute nella carne),

• Diminuzione dell’attività di enzimi ad attività pro-carcinogena,


• Produzione di Butirrato
, sostanza che si forma nel colon a seguito della fermentazione della fibra alimentare ad opera della flora batterica, ed è la principale fonte di energia delle cellule del colon (colonciti),

• Abbassamento del pH e alterazione qualitativa/quantitativa della microflora intestinale,

• Direttamente sopprimendo la crescita del tumore.


Possibili indicazioni terapeutiche all’utilizzo dei probiotici

uso clinico sinbiotici

Trattamento eradicante dell’Helicobacter Pylori

Alcuni ceppi di lattobacilli (risultati confortanti vengono dagli studi condotti sul Lactobacillus johnsonii) sarebbero in grado di:

1) legarsi alla muscosa prevenendo l’attacco di microrganismi patogeni e sopravvivendoo al pH acido dello stomaco e all’attacco degli enzimi digestivi,

2) di inibire la secrezione di ureasi, meccanismo che permette all’Helicobacter di aderire all’epitelio gastrico e di colonizzarlo, e

3) di ridurre i livelli di citochine proinfiammatorie e l’infiltrazione dei neutrofili nella parete dello stomaco.



Trattamento dell’intolleranza al lattosio

I probiotici presentano una elevata attività beta-galattosidasica, che permette la conversione del lattosio, presente nello yogurt e nel latte, in glucosio e galattosio.



Trattamento post-terapia antibiotica

L’uso di antibiotici distrugge una parte della microflora tra cui i fermenti lattici; di conseguenza si crea la possibilità di crescita per patogeni, come il clostridium difficile, che può causare infezioni gastrointestinali, coliti e diarrea. Un approccio innovativo è rappresentato dall’assunzione di probiotici. La loro azione terapeutica è da attribuire sia alla capacità di rilasciare sostanze antibiotiche (batteriocine), acido lattico e perossido di idrogeno, sia alla capacità di colonizzare il colon e di rafforzare così la funzione di barriera della mucosa intestinale.



Trattamento della diarrea


Studi controllati hanno dimostrato che Lactobacillus GG può abbreviare il decorso della diarrea infettiva nei neonati e nei bambini (ma non adulti). Anche se gli studi sono limitati ed i dati non sono coerenti, due recensioni di grandi dimensioni, nel loro insieme, suggeriscono che i probiotici riducono la diarrea da antibiotici del 60% rispetto a un placebo.



Stimolo delle difese immunitarie

La stimolazione del sistema di difesa naturale è legato alla capacità dei probiotici di sintetizzare sostanze antimicrobiche che proteggono la mucosa intestinale da germi patogeni.

Sulle pareti intestinali, inoltre, esistono numerose stazioni linfatiche (Placche di Peyer) che fanno sì che l’intestino risulti collegato al sistema immunitario.Infatti si parla di “tessuto linfoide associato all'intestino”, noto anche come GALT (acronimo dell'inglese Gut-Associated Lymphoid Tissue), termine con il quale si indica quella parte del sistema immunitario presente a livello del tratto digerente.

I probiotici, del tipo L. Casei e L. Acidophilus, sarebbero in grado di stimolare risposte immunitarie non specifiche oltre che di migliorare la capacità dell’intestino di funzionare da barriera.

Barriera Intestinale

Prevenzione neoplasie

Sull’utilità dei probiotici nella prevenzione di patologie neoplastiche sono necessarie ancora molte ricerche. Pur in assenza di evidenze sperimentali dirette e certe nell’uomo, la somministrazione di L. Casei, L. Acidophilus e di Bifidobacterium Bifidus ha in molti casi evidenziato la diminuzione di markers specifici. I lattobacilli a livello intestinale degradano, infatti, sostanze mutagene e sostanze carcinogenetiche, prima che queste siano assorbite, ed inibiscono enzimi carcinogenici.



Trattamento delle M.I.C.I. (Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali)

Alcuni studi suggeriscono che i probiotici possono aiutare a mantenere la remissione della colite ulcerosa e prevenire le ricadute della malattia di Crohn e la reiterazione della pouchite (ovvero l’infiammazione della tasca ileale, pouch, simile all'ampolla rettale, che viene creata per fungere da serbatoio per il materiale fecale, a seguito di intervento chirurgico di proctocolectomia = asportazione di tutto il colon e del retto,intervento chirurgico eseguito per il trattamento di colite ulcerosa).

I probiotici interverrebbero migliorando, in tali pazienti, l’alterata permeabilità intestinale e l’alterato equilibrio citochinico (legato ad maggiore espressione delle citochine ad azione pro-infiammatoria).

Sono necessarie ulteriori ricerche per verificare quali ceppi probiotici funzionino meglio.



Trattamento della S.I.I. o I.B.S. (Sindrome dell’Intestino Irritabile o Irritable Bowel Syndrome)

La patogenesi dell’IBS è multifattoriale, molti di questi fattori, per vie differenti, possono influenzare la composizione e la funzione del microbiota intestinale, con disbiosi intestinale, iperfermentazione e produzione di gas e attivazione del sistema immune del GALT. Nell’IBS le feci contengono concentrazioni significativamente minori di bifidobatteri e di lattobacilli. I probiotici impedirebbero la colonizzazione dell’intestino e la successiva produzione di gas da parte di alcuni batteri, come ad esempio quelli appartenenti al genere Clostridium.



Trattamento delle allergie alimentari

La disbiosi e la prevalenza di batteri “cattivi”,provocando la riduzione del biofilm protettivo dei probiotici, induce assottigliamento della mucosa intestinale, aumento della permeabilità e passaggio nel sangue di antigeni che inducono fenomeni di sensibilizzazione con reazioni allergiche ed infiammatorie.

Batteri come il Lactobacillus GG associato al Bifidobacterium, in forte concentrazione, migliorano e stabilizzano la funzione di barriera intestinale, ricostitutuendo il biofilm protettivo sulle pareti intestinali.



Trattamento delle infezioni del tratto genito-urinario

Come il tratto intestinale, anche la vagina possiede un ecosistema finemente equilibrato. I Lattobacilli ivi presenti normalmente rendono l’ambiente troppo acido perchè i microrganismi patogeni vi possano sopravvivere.

Ma una serie di fattori, tra cui antibiotici, spermicidi e pillole anticoncezionali, possono alterare tale equilibrio.

Il trattamento probiotico ristabilisce l'equilibrio della microflora, tornando utile per problemi molto comuni dell'apparato urogenitale femminile come le vaginosi batteriche, le infezioni da lieviti e le infezioni del tratto urinario.

Sono tuttavia necessari studi ulteriori per valutare la sicurezza e l’efficacia di questi trattamenti.



Trattamento delle atopie

La flora batterica di bambini allergici vede la prevalenza di clostridi, mentre nei bimbi non allergici prevalgono i bifidobatteri. E’ quindi importante supplementare questi pazienti con probiotici, quotidianamente, a lungo termine,per modulare il sistema immunitario in senso anti-atopico.



Trattamento delle infezioni respiratorie


I Probiotici, come il Lactobacillus GG, hanno un ruolo benefico nelle infezioni respiratorie, soprattutto nei bambini atopici, da un lato per azione sinergica di stimolazione immunitaria e dall’altro per una ridotta adesione intestinale degli agenti patogeni.

In particolare il Lactobacillus acidophilus ha effetti positivi sull’asma di bambini atopici. Sembra che nei soggetti atopici l’incidenza percentuale del Clostrydium nella flora intestinale sia molto elevata.



Trattamento della ipercolesterolemia

La microflora batterica svolge l'azione di deconiugazione degli acidi biliari, tale processo contribuisce a ridurre l'ammontare globale del colesterolo circolante, realizzando così una prevenzione dell’obesità e dell’aterosclerosi. Gilliland, nel 1985, ne parla per primo nel suo lavoro “Assimilation of cholesterol by lactobacillus acidophilus”.





Trattamento delle malattie autoimmunitarie

E' stato ipotizzato che la disbiosi intestinale possa indurre in errore il sistema immunitario, che identificherebbe come “nemici” tessuti umani aventi alcune caratteristiche molecolari simili a batteri patogeni.

Ciò avverrebbe in alcune malattie autoimmunitarie.

Ad esempio, alcuni studi inglesi hanno rilevato che, nei pazienti affetti da spondiloartrite anchilosante, i livelli di Klebsiella erano molto più alti del normale, e che i tessuti che venivano attaccati dal sistema immunitario avevano caratteristiche molto simili a quelle della stessa Klebsiella.

Come anche si è visto che in pazienti affetti da artrite reumatoide, l’HLA (Human leukocyte antigen) denominato HLA-DR4 sia molto simile molecolarmente al batterio Proteus, che è causa soprattutto di infezioni urinarie; esse colpiscono prevalentemente donne, le quali sono anche le più colpite da artrite reumatoide.

L’uso di probiotici, sia Acidophilus che Bifidus, avrebbe capacità preventive.



Trattamento dermatoprotettivo

Anche alcune patologie della pelle (acne giovanile, dermatite atopica, psoriasi) rispondono positivamente all’utilizzo di probiotici (Lactobacillus GG, Bifidobacterium Bifidus, Lactobacillus Planctarum).




I prebiotici

Si tratta di sostanze presenti naturalmente negli alimenti (oligosaccardi non digeribili) che non vengono digerite durante il transito nel canale gastro-intestinale e che, resistendo alla digestione nel tratto gastrointestinale alto, giungono integre nel colon, stimolano (come nella fermentazione dei fruttani del tipo inulinico), con effetti favorevoli sulla salute, lo sviluppo di ceppi utili come i Bifidobatteri e i Probiotici.

Essi sono stati chiamati colonic food (alimenti per il colon), ovvero alimenti che a livello del colon fungono da substrato per i batteri endogeni, e cedono all’organismo ospite, energia e substrati metabolici.

Fibre prebiotiche scientificamente documentate, e quindi impiegabili in sicurezza, per uso umano sono: l’inulina, i galatto-oligosaccaridi (GOS), i frutto-oligosaccaridi (FOS), il lattosaccarosio, le pirodestrine, i soia-oligosaccaridi, i trans-galatto-oligosaccaridi, gli isomalto-oligosaccaridi, il lattilolo, il lattulosio, gli xilo-oligosaccaridi e il polidestrosio.

La loro innegabile utilità è una ampiamente diffusa, ma, dal punto di vista scientifico è necessario raccogliere un numero maggiore di informazioni.


Simbiotici

Sempre al fine di una positiva azione sul microbiota intestinale sono stati concepiti prodotti cosiddetti “simbiotici”, nei quali probiotici e prebiotici sono usati in associazione sinergica.

In tali prodotti viene reso immediatamente disponibile il substrato (il prebiotico) necessario alla colonizzazione nell’intestino del microrganismo.

Sono ancora pochi gli studi scientifici disponibili, che dimostrino l’efficacia di tale associazione ed il suo valore sinergico.

Uno studio condotto su ratti dimostrerebbe come la combinazione di bifidobatterio e oligofruttosio possieda un effetto additivo nella riduzione del tumore al colon, al contrario di altri oligosaccaridi.

Naturalmente saranno necessari ulteriori studi e conferme sulle combinazioni simbiotiche.

Conclusioni e consigli

Alla luce di quanto relazionato appare evidente l’importanza di tali prodotti per il miglioramento della salute e dello stato di benessere dell’organismo umano, oltre che il loro crescente impatto economico.

Lo sforzo del futuro sarà quello comprenderne sempre meglio i meccanismi d’azione, delineando con accuratezza la strettissima correlazione esistente tra alimentazione e salute.

Inoltre il consiglio, prima di assumere fermenti lattici probiotici per risolvere piccoli disordini gastrointestinali, è quello di consultare uno specialista.

Esistono infatti situazioni, come la sindrome da contaminazione batterica, in cui questi microrganismi potrebbero avere effetto contrario a quanto sperato."

di sicuro, Kito, se nella tua pancia non c'è spazio per troppe cose secondo me son sempre meglio i probiotici degli orsetti di gomma di cui ti rimpinzi :lol: :lol: :lol: :lol:
Ultima modifica: 01/07/2019 15:13 da miciofelix.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Liuc33

integratori simbiotici 01/07/2019 16:07 #62567

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2233
  • Ringraziamenti ricevuti 1085
ho analizzato anche i 4 nuovi prodotti suggeriti da Marcucciuz....

innanzitutto riguardando le classifiche del passato leggo che il prodotto che assumo, della Vegavero, veniva indicato (da me) con 20 miliardi a capsula mentre leggendo ora su amazon sembrerebbero 4 a capsula, o mi ero sbagliato io a suo tempo (riprendetemi se sbaglio!!) oppure sono stati ridotti in seguito :?

comunque, personalmente, trovo che per un uso costante come il mio anche solo 4 miliardi vadano benissimo, anzi forse è anche meglio lasciare le alte dosi per i casi acuti o i trattamenti sporadici....

altra considerazione su quanto state per leggere...

le recensioni su amazon (considerato solo quelle a 5 stelle) più alte le ha avute il prodotto "Enterolactis", che ha 1 solo ceppo (!!) e ha i peggiori eccipienti fra tutti e 5 i prodotti analizzati, probabile segno che c'è un sacco di gente che non guarda nè alla quantità dei ceppi nè alla qualità/quantità degli eccipienti, anche qui ovviamente de gustibus e l'ultima novità è che da oggi non pubblicherò le consuete classifiche ma riporterò un prospetto riepilogativo sotto forma di tabella, mi dispiace che per leggerli occorra loggarsi ma se uno tiene alla salute può spendere anche 10 secondi per farlo :)

ecco il riepilogo:


Questa immagine è nascosta per gli ospiti.
Effettua il login o registrati per vederlo.


faccio le mie considerazioni del caso....

vegavero e aava labs sono anche simbiotici, cioè contengono anche prebiotici e nella fattispecie inulina, il che è un punto in più, però quello aava labs sembrerebbe non gastroresistente e questo è un punto in meno...

se sono davvero 4 miliardi a capsula quello vegavero costerebbe molto a miliardo mentre costa il minimo a capsula....

come quantità di ceppi e quantità a capsula il migliore sarebbe il nutrizing insieme all'aava labs, mentre come eccipienti i migliori potremmo indicare vegavero e nutri&co...

per le recensioni, a parte come già detto enterolactis che ha 1 solo ceppo (gli altri vanno da 7 a 16!! e la varietà dei ceppi è molto importante), gli altri 4 prodotti vanno dal 69 al 73% quindi si equivalgono sostanzialmente....

riepilogando e per quanto mi riguarda, considerato anche che mi trovo bene con vegavero da circa un anno, penso che continuerò con quello salvo eventuali periodi in cui non fosse disponibile e allora proverei forse il nutrizing o il nutri&co....

Questo messaggio ha un'immagine allegata.
Accedi o registrati per visualizzarla.

Ultima modifica: 01/07/2019 16:08 da miciofelix.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Liuc33, marcucciuz

integratori simbiotici 01/07/2019 16:11 #62568

  • Kito
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 596
  • Ringraziamenti ricevuti 284
Non sto neanche a leggere. Sono convintissimo che siano dei potentissimi produttori di 500 mila cose e che quelle cose arrivino dove non arriva la stessa sostanza base. Esempio : le vit. B prodotte dai probiotici sono molto più potenti dells vitamine B prese con integratori. Arrivano proprio dove questi non arrivano.

Tanto e vero che in caso di influenza, sono convinto che un probiotico ben fatto, sia molto più protettivo di un complesso multivitaminico.

Cose che è successa a me ad esempio, prendendo solo vitamine prendo l'influenza, coi probiotici + vitamine no.

Il problema si pone quando uno non ha quei problemi, cioè sia in buona salute, quindi cosa se ne fa di tutta quella gioia di vivere ? A meno che, dopo uno non prenda la solita sfilza di cose per rilassarsi, per dormire, che allora siamo da capo.

Insomma, porsi il problema di una specie di conto totale di assunzione che non vada oltre una logica, che a me sfugge, è misteriosa, ma dev'esserci da qualche parte. Tipo uno mangia 200 cose, poi deve prenderne altre 200 per non ingrassare, ma non sarebbe meglio prenderne la quantità minima giusta, che non costringa poi a correre ai ripari ?

Non ho capito nulla di quello che ho scritto. Manco sapevo cosa volevo scrivere.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

integratori simbiotici 01/07/2019 16:18 #62569

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2233
  • Ringraziamenti ricevuti 1085
mi sembra che l'immagine della tabella si legga poco, provo qui di seguito a riportarla meglio:

vegavero nutri & co nutrizing a ava labs enterolactis

varietà Lactobacillus acidophilus, Lactobacillus acidophilus, L. bulgaricus, L. Acidophilus L.Casei
Bifidobacterium bifidum Bifidobacterium breve, B.bifidum, B. Longum,
Bifidobacterium breve, Bifidobacterium longum, B. infantis, B. Bifidium
Bifidobacterium lactis, Lactobacillus rhamnosus B. longum, B. Lacti
Bifidobacterium longum, Lactobacillus plantarum B. breve, S. Thermophiles
Lactobacillus gasseri, Lactobacillus bulgaricus B. lactis, L. planetarium
Lactobacillus paracasei, Lactococcus lactis L. acidophilus, L. Rhamnosus
Lactobacillus rhamnosus, L. casei, B. Breve
Lactobacillus plantarum, S.thermophilus, Lc. Lactis,
Lactobacillus reuteri, L. plantarum, L. Salivarius
L. salivarius, L. Casei,
L. reuteri, L. Reuteri,
L. rhamnosus, L. Gasseri,
L. helveticus, L. paracasei,
L.fermentum, L. bulgaricus
L. lactis

quantità 4 miliardi a cp 15 miliardi a cp 30 miliardi a cp 30 miliardi a cp 24 miliardi a cp

eccipienti inulina amido mais diossido di silicio zinco (10 mg) biossido silicio
estratto riso maltodestrine inulina magnesio stearato
maltodestrine biossido titanio (!!)
fibra di riso

gastroresistenti si si si no? no

simbiotico (con inulina o fos) si no no si no

capsule 90 60 60 60 20

costo 26 € 20 € 19 € 20 € 9 €

rapporto costo quantità 6,5 € a miliardo 1,3 a miliardo 0,6 a miliardo 0,6 a miliardo 0,3 a miliardo
(costo /miliardi a cp)

rapporto costo dose minima 0,28 € a capsula 0,33 a capsula 0,31 a capsula 0,33 a capsula 0,45 a capsula
(costo/num. Capsule)

recensioni amazon 69% a 5 stelle 73% a 5 stelle 73% a 5 stelle 69% a 5 stelle 85% a 5 stelle

mi accorgo pubblicando il post che si legge in modo pessimo ma confrontando con l'immagine si riesce a capire quanto serve B)
Ultima modifica: 01/07/2019 16:20 da miciofelix.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: marcucciuz

integratori simbiotici 01/07/2019 16:25 #62570

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2233
  • Ringraziamenti ricevuti 1085
Kito ha scritto:
Non sto neanche a leggere. Sono convintissimo che siano dei potentissimi produttori di 500 mila cose e che quelle cose arrivino dove non arriva la stessa sostanza base. Esempio : le vit. B prodotte dai probiotici sono molto più potenti dells vitamine B prese con integratori. Arrivano proprio dove questi non arrivano.

Tanto e vero che in caso di influenza, sono convinto che un probiotico ben fatto, sia molto più protettivo di un complesso multivitaminico.

Cose che è successa a me ad esempio, prendendo solo vitamine prendo l'influenza, coi probiotici + vitamine no.

Il problema si pone quando uno non ha quei problemi, cioè sia in buona salute, quindi cosa se ne fa di tutta quella gioia di vivere ? A meno che, dopo uno non prenda la solita sfilza di cose per rilassarsi, per dormire, che allora siamo da capo.

Insomma, porsi il problema di una specie di conto totale di assunzione che non vada oltre una logica, che a me sfugge, è misteriosa, ma dev'esserci da qualche parte. Tipo uno mangia 200 cose, poi deve prenderne altre 200 per non ingrassare, ma non sarebbe meglio prenderne la quantità minima giusta, che non costringa poi a correre ai ripari ?

Non ho capito nulla di quello che ho scritto. Manco sapevo cosa volevo scrivere.

se può consolarti non ho capito niente nemmeno io di ciò che hai scritto :P

comunque, per rispondere alla tua frase "Il problema si pone quando uno non ha quei problemi, cioè sia in buona salute, quindi cosa se ne fa di tutta quella gioia di vivere", presumo tu sia contrario alla prevenzione (che si fa appunto quando uno sta benino e cerca di non stare peggio) e preferisci la cura (cioè uno sta maluccio allora l'assunzione è giustificata), un pò come se si dovesse scegliere tra:

A = meglio prevenire che curare (cioè la prevenzione PRIMA)

B = non fasciarsi la testa prima di essersela rotta (cioè la cura DOPO)


io, personalmente, preferisco la A, quindi anche se sto in salute e reputo che un prodotto possa effettivamente aiutarmi a mantenerla, preferisco assumerlo piuttosto che aspettare di rompermi la testa (o il fegato con gli orsetti di gomma) e fasciarmi la testa solo allora.....

ma ognuno è sempre libero di pensarla come vuole, anche perchè la salute è multifattoriale e dipende da troppe, troppe variabili B)
Ultima modifica: 01/07/2019 16:27 da miciofelix.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

integratori simbiotici 01/07/2019 16:37 #62571

  • marcucciuz
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 115
  • Ringraziamenti ricevuti 24
mitico micio. Effettivamente l'immagine era completamente sgranata ed era inguardabile :D
Allora l'enterolactis con un solo ceppo lo escluderei del tutto. Non merita la nostra attenzione, non avevo notato fosse cosi povero.

L'ava labs se non fosse gastroresistente sarebbe anch'esso da escludere (non si comprende effettivamente) ma credo che lo dovrebbe essere a prescindere dai pessimi eccipienti.

Ahimè anch'io come te sono rimasto colpito dal prodotto vegavero, le sole 4 miliardi di unità mi sembrano davvero troppo pochi. Anche perchè oggi leggendo davvero qua e là ho letto che almeno un minimo di 8/10 miliardi è indispensabile (poi ok si potrebbe obiettare che la quantità non è sinonimo di qualità ecc però 4 miliardi mi sembrano davvero pochi).

rimangono quindi il nutrizing o il nutri&co. Il nutrizing ha piu varietà di ceppi ed è 30 mliardi contro i 15 del nutri. Non ho ben capito gli eccipienti di ognuno di essi (il secondo valore della tabella). (a dire il vero anche la distribuzione dei ceppi non l'ho ben intuita).
Quindi a occhio direi che il nutrizing dovrebbe essere il vincitore. Che ne pensi micio?
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

integratori simbiotici 01/07/2019 16:45 #62572

  • Kito
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 596
  • Ringraziamenti ricevuti 284
E ci siamo. Ma se la prevenzione costringe, a fronte di un' assunzione per non prendere qualcosa di brutto, a dover fare la corse per prevenire gli effetti della prevenzione, per me c' è qualcosa che tocca.

Insomma, per te vale il massimo comune divisore, per me il minimo comune multiplo. E anche qui, chissà cosa volevo dire ?

Poi c' è una cosa che mi inquieta. Ma siamo sicuri che nessun probiotico si metta a produrre vitamina K ? 1,2 non importa. Ma siamo sicuri che per alcune persone non sia pure rischiosa una cosa del genere ? Non riesco a fidarmi, non c'è un conto di sta roba.

Uno sta bene, magari ha qualche problemino di circolazione silenzioso, prende probiotici per prevenire, producono vit. K.... siamo sicuri che abbiamo prevenuto ? O provocato ?

Chiedo eh. Cioè... buh, per me dei probiotici bisogna fidarsi quando si ha un conto preciso di cosa e quanto producono.

Poi oh, sbaglio sempre, non capisco perchè stavolta dovrebbe essere diverso.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

integratori simbiotici 01/07/2019 17:18 #62573

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2233
  • Ringraziamenti ricevuti 1085
marcucciuz ha scritto:
mitico micio. Effettivamente l'immagine era completamente sgranata ed era inguardabile :D
Allora l'enterolactis con un solo ceppo lo escluderei del tutto. Non merita la nostra attenzione, non avevo notato fosse cosi povero.

L'ava labs se non fosse gastroresistente sarebbe anch'esso da escludere (non si comprende effettivamente) ma credo che lo dovrebbe essere a prescindere dai pessimi eccipienti.

Ahimè anch'io come te sono rimasto colpito dal prodotto vegavero, le sole 4 miliardi di unità mi sembrano davvero troppo pochi. Anche perchè oggi leggendo davvero qua e là ho letto che almeno un minimo di 8/10 miliardi è indispensabile (poi ok si potrebbe obiettare che la quantità non è sinonimo di qualità ecc però 4 miliardi mi sembrano davvero pochi).

rimangono quindi il nutrizing o il nutri&co. Il nutrizing ha piu varietà di ceppi ed è 30 mliardi contro i 15 del nutri. Non ho ben capito gli eccipienti di ognuno di essi (il secondo valore della tabella). (a dire il vero anche la distribuzione dei ceppi non l'ho ben intuita).
Quindi a occhio direi che il nutrizing dovrebbe essere il vincitore. Che ne pensi micio?

sono d'accordo :)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

integratori simbiotici 01/07/2019 17:19 #62574

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2233
  • Ringraziamenti ricevuti 1085
Kito ha scritto:
E ci siamo. Ma se la prevenzione costringe, a fronte di un' assunzione per non prendere qualcosa di brutto, a dover fare la corse per prevenire gli effetti della prevenzione, per me c' è qualcosa che tocca.

Insomma, per te vale il massimo comune divisore, per me il minimo comune multiplo. E anche qui, chissà cosa volevo dire ?

Poi c' è una cosa che mi inquieta. Ma siamo sicuri che nessun probiotico si metta a produrre vitamina K ? 1,2 non importa. Ma siamo sicuri che per alcune persone non sia pure rischiosa una cosa del genere ? Non riesco a fidarmi, non c'è un conto di sta roba.

Uno sta bene, magari ha qualche problemino di circolazione silenzioso, prende probiotici per prevenire, producono vit. K.... siamo sicuri che abbiamo prevenuto ? O provocato ?

Chiedo eh. Cioè... buh, per me dei probiotici bisogna fidarsi quando si ha un conto preciso di cosa e quanto producono.

Poi oh, sbaglio sempre, non capisco perchè stavolta dovrebbe essere diverso.

va tutto bene Kito, va tutto beeeneeee :P ;) B)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Liuc33, Kito

integratori simbiotici 01/07/2019 17:22 #62575

  • Kito
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 596
  • Ringraziamenti ricevuti 284
:lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

integratori simbiotici 01/07/2019 18:17 #62576

  • marcucciuz
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 115
  • Ringraziamenti ricevuti 24
miciofelix ha scritto:
marcucciuz ha scritto:
mitico micio. Effettivamente l'immagine era completamente sgranata ed era inguardabile :D
Allora l'enterolactis con un solo ceppo lo escluderei del tutto. Non merita la nostra attenzione, non avevo notato fosse cosi povero.

L'ava labs se non fosse gastroresistente sarebbe anch'esso da escludere (non si comprende effettivamente) ma credo che lo dovrebbe essere a prescindere dai pessimi eccipienti.

Ahimè anch'io come te sono rimasto colpito dal prodotto vegavero, le sole 4 miliardi di unità mi sembrano davvero troppo pochi. Anche perchè oggi leggendo davvero qua e là ho letto che almeno un minimo di 8/10 miliardi è indispensabile (poi ok si potrebbe obiettare che la quantità non è sinonimo di qualità ecc però 4 miliardi mi sembrano davvero pochi).

rimangono quindi il nutrizing o il nutri&co. Il nutrizing ha piu varietà di ceppi ed è 30 mliardi contro i 15 del nutri. Non ho ben capito gli eccipienti di ognuno di essi (il secondo valore della tabella). (a dire il vero anche la distribuzione dei ceppi non l'ho ben intuita).
Quindi a occhio direi che il nutrizing dovrebbe essere il vincitore. Che ne pensi micio?

sono d'accordo :)

mi sa che li ordino e darò la mia opinione dopo 1 mese d'utilizzo. Anche se comunque per essere proprio sicuro sicuro stavo prima cercando notizie sull'azienda che francamente non conosco!
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

integratori simbiotici 01/07/2019 22:09 #62577

  • Liuc33
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Zen
  • Messaggi: 3891
  • Ringraziamenti ricevuti 681
Nessuno qua prende la inulina?
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

integratori simbiotici 02/07/2019 12:10 #62580

  • Kito
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 596
  • Ringraziamenti ricevuti 284
Liuc33 ha scritto:
Nessuno qua prende la inulina?

In casa qui gira col motorino da quasi 5 anni. Non consiglio di prenderla. Cioè, se fosse qualcuno normale, direi che se ha dei problemi ad andare in bagno, si potrebbe provare.

Solo che te ti condisci peggio di club salad che non si capisce quale cartoccio ha fatto effetto, per cosa e quando. Diventa una lotteria. Estendi pure anche al Micione la riflessione.

Comunque a occhio credo che sia il più potente booster per probiotici che esista, ossia diventano tutti supereroi coi superpoteri.

Tutto quello che ho scritto è palesemente lontano da qualsiasi realtà, frutto solo della mia fervida fantasia.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

integratori simbiotici 08/07/2019 10:24 #62634

  • marcucciuz
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 115
  • Ringraziamenti ricevuti 24
@micio ho provato a leggere di tutto per i probiotici di amazon nutri e co e il multibiotic della nutrizing. Di quest'ultimo non riesco a trovare assolutamente l'elenco di ceppi e le quantita di distribuzione per ognuno. Ho provato anche a contattarli dal loro sito o sui social ma non mi hanno risposto. Infatti non capisco dove tu abbia trovato l'elenco completo che hai scritto nella tabella. Secondo me denota un po' meno professionalità e confrontando le aziende con i vari siti ecc nutri e co mi ha dato l'impressione di essere un'azienda molto piu seria con dati specifici molto chiari ed evidenti e nonostante il numero minore per capsula 30(?) miliardi vs 7,5 (e non 15 come avevamo capito nei precedenti post) e un numero minore di ceppi, mi sa che alla fine opterò per la nutri e co
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

integratori simbiotici 08/07/2019 13:25 #62635

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2233
  • Ringraziamenti ricevuti 1085
marcucciuz, posso aver preso i ceppi solo da queste tre fonti:

- recensioni (le hai lette tutte?)
- domande e risposte (idem, apri anche le risposte nascoste)
- sito ufficiale della ditta

ora non ricordo dove li avevo letti, semmai se non li trovi ricontrollo stasera ma di sicuro posso averli presi solo da lì....

riguardo la riduzione da 15 a 7,5 dov'era l'errore?

comunque la Nutrizing è una marca abbastanza famosa e penso anche affidabile, ho trovato anche questo loro prodotto che però mi sembra diverso da quello amazon italiano:

www.benesserevitasalute.com/negozio/per-...ariano/#.XSMnxP5S-Ul

in basso ci sono anche i ceppi, semmai se prendi nutri e co penso che comunque sia un altrettanto valido prodotto, semmai la volta successiva se chiarisci i dubbi della nutrizing prendi quello.........
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

integratori simbiotici 08/07/2019 14:26 #62637

  • marcucciuz
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 115
  • Ringraziamenti ricevuti 24
si sul discorso nutri e co mi sono rincoglionito! Erano 15 a capsula non 7,5.

Leggendo il tuo consiglio dai commenti ho trovato l'elenco dei ceppi: 16 ceppi presenti sono: L. bulgaricus, B.bifidum, B. infantis, B. longum, B. breve, B. lactis, L. acidophilus, L. casei, S.thermophilus, L. plantarum, L. salivarius, L. reuteri, L. rhamnosus, L. helveticus, L.fermentum, L. lactis.

Il discorso purtroppo però non cambia. Ad esempio alcuni produttori per scelta o per furbizia mettono ad esempio su 50 miliardi 49 miliardi L. acidophilus e un miliardo gli altri ceppi restanti. Vien da se che è inutile, almeno per me, prendere quel prodotto.

Mi rassicura che mi dici che comunque la nutrizing è una marca conosciuta, però bisognerebbe capire le % dei ceppi in questi 50 miliardi senno non ha senso...
Ultima modifica: 08/07/2019 14:27 da marcucciuz.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

integratori simbiotici 08/07/2019 14:29 #62639

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2233
  • Ringraziamenti ricevuti 1085
fammi sapere se la ditta ti risponde, le hai scritto tramite Amazon? in quel caso di solito rispondono entro pochi giorni.....
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

integratori simbiotici 08/07/2019 20:13 #62643

  • marcucciuz
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 115
  • Ringraziamenti ricevuti 24
dato che tramite email e social non mi rispondono oggi ho trovato a contattarli tramite amazon. Mi hanno risposto dopo un minuto facendo i vaghi e prendendomi per scemo dicendo che la quantità per ogni capsula fosse 50 miliardi con 16 ceppi. Ho rifatto la domanda essendo il piu specifico possibile chiedendo la quantità in miliardi per ogni ceppo in ogni capsula e magicamente non hanno risposto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

integratori simbiotici 08/07/2019 20:35 #62644

  • marcucciuz
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 115
  • Ringraziamenti ricevuti 24
Magari prova anche tu micio. Li mettiamo alle strette eheh
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

integratori simbiotici 09/07/2019 00:58 #62645

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2233
  • Ringraziamenti ricevuti 1085
può darsi che chi ti ha risposto la prima volta sia solo un addetto "generico", cioè uno che non conosce anche quei particolari, e magari deve chiedere in ditta così da richiedere più tempo per darti la risposta.....aspettiamo un paio di giorni e se non ti risponde semmai provo a chiederglielo anche io, però se non risponderà a te di sicuro non vedo perchè dovrebbe rispondere a me........
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.291 secondi

Salute Natura  Benessere
 

Realizzato un nuovo accordo commerciale! Sconto del 5% su centinaia di prodotti riservato ai foristi ADS. CLICCA per il codice PROMO.

 

arcobalenoErboristeria Arcobaleno

Sconto per lo shopping online. Solo gli iscritti al portale "Alleanza della Salute Forum di Medicina Ortomolecolare" potranno avvalersi di tale sconto che vale l' 8%. CLICCA