Benvenuto, Ospite
Speranze e delusioni, vittorie e sconfitte, virtù e debolezze: in questa area del forum si parla di esperienze vissute, storie reali di vita vissuta che toccano il cuore o che sorridere, storie che fanno piangere, storie che fanno riflettere... storie della nostra vita.

ARGOMENTO: Testimonianze sui trattamenti con vitamina D

Testimonianze sui trattamenti con vitamina D 03/10/2019 18:23 #63296

  • Matias
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 313
  • Ringraziamenti ricevuti 67
Ancora, in quale momento della giornata è appropriato assumere il softgel di D?

Ho letto che sarebbe consigliato di far concidere l'assunzione durante il pasto con più grassi, è vero :?
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Testimonianze sui trattamenti con vitamina D 03/10/2019 21:26 #63308

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2269
  • Ringraziamenti ricevuti 1108
Matias, io ti rispondo volentieri qui di seguito ma se vuoi ulteriori conferme e ricerche e risposte e approfondimenti a quanto hai chiesto puoi trovarne a centinaia rileggendo i vari post e topic sulla D qui nel forum ;)

dunque:

- la spray che hai indicato sembra buona ma se ne prendi 5.000 al giorno ti dura circa 1 mese e mezzo (240 dosi sono calcolate con 5.000 ui ogni 5 giorni, quindi devi dividere 240:5 = circa 45 giorni se ho capito bene dalle info sul link), mentre con quella cifra e prendendone 5.000 ui al giorno con la Healthy da qui: www.kgcshop.it/integratori-alimenti-oli/...ftgels-vitamine.html , di mesi ce ne fai 4 spendendo quasi la metà, quindi pagheresti in proporzione molto molto di più con la spray...

- per forma migliore sembrerebbe, stando a quanto dice Coimbra che ne è il massimo esperto, che le forme migliori siano liquide e/o in softgel, lui sconsiglia le capsule o le tavolette ma Liuc, qui del forum, con le capsule è arrivato a un'ottima percentuale nel sangue quindi penso che grosso modo le varie forme si equivalgano

- è vero che occcorre assumere la D con i grassi, ed infatti le versioni liquide e in softgel hanno già olio all'interno così da evitare ulteriori grassi, ma comunque se la prendi durante i pasti (pare sia meglio a pranzo che a cena) non sbagli di sicuro :)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Liuc33, Matias

Testimonianze sui trattamenti con vitamina D 03/10/2019 21:49 #63310

  • Matias
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 313
  • Ringraziamenti ricevuti 67
miciofelix ha scritto:
- la spray che hai indicato sembra buona ma se ne prendi 5.000 al giorno ti dura circa 1 mese e mezzo (240 dosi sono calcolate con 5.000 ui ogni 5 giorni, quindi devi dividere 240:5 = circa 45 giorni se ho capito bene dalle info sul link), mentre con quella cifra e prendendone 5.000 ui al giorno con la Healthy da qui: www.kgcshop.it/integratori-alimenti-oli/...ftgels-vitamine.html , di mesi ce ne fai 4 spendendo quasi la metà, quindi pagheresti in proporzione molto molto di più con la spray...


Grazie di tutto! :)

Solo una precisazione riguardo a Vitamina D3 Spray 5.000 UI Depot

"Graziosa forma darreichungs, – fornisce puro, Alto bioverfuegbares vitamina D3 praticamente come spray. Un spruzzo contiene 5000 UI di vitamina D3."

Sai questi hanno tradotto malamente dal tedesco (?) e non si sono spiegati bene. Rifacendo i calcoli uno spruzzo al giorno di D3 5000ui x 240 dosi a 10€, non è male ;)


Cmq, al momento mi è già sta consegnata questa giusto per iniziare VITAMINA Healthy Origins Vitamin D-3 5000iu 120 Softgels su Ebay a 11€ comprese sp sped
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Testimonianze sui trattamenti con vitamina D 03/10/2019 22:56 #63312

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2269
  • Ringraziamenti ricevuti 1108
mi sa che io o te non abbiamo capito bene il discorso degli spruzzi :lol:

allora...

ho capito che 1 spruzzo = 5.000 ui, e fin qui ci siamo....

ma quanti spruzzi contiene il prodotto?

sembrerebbero 240, perchè dice che ci sono 240 dosi...

ma una dose NON sembra sia 5.000 ui, infatti scrive " una porzione / 5 giorni", quindi sembrerebbe che una porzione (una dose) duri 5 giorni quindi credo siano 1.000 ui al giorno, in pratica uno spruzzo durerebbe 5 giorni al dosaggio che loro intendono di 1.000 ui giornalieri, e se una dose (1 spruzzo) è 5.000 e dura 5 giorni, le 240 dosi in realtà non sono 240 giorni, ma 240:5= 45 giorni circa...

poi io in matematica e in tedesco sono una frana :P

comunque molto molto meglio quella della healthy da 120 softgel che prendi ora :)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Liuc33

Testimonianze sui trattamenti con vitamina D 03/10/2019 23:30 #63313

  • Matias
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 313
  • Ringraziamenti ricevuti 67
miciofelix ha scritto:
mi sa che io o te non abbiamo capito bene il discorso degli spruzzi :lol:

allora...

ho capito che 1 spruzzo = 5.000 ui, e fin qui ci siamo....

ma quanti spruzzi contiene il prodotto?

sembrerebbero 240, perchè dice che ci sono 240 dosi...

ma una dose NON sembra sia 5.000 ui, infatti scrive " una porzione / 5 giorni", quindi sembrerebbe che una porzione (una dose) duri 5 giorni quindi credo siano 1.000 ui al giorno, in pratica uno spruzzo durerebbe 5 giorni al dosaggio che loro intendono di 1.000 ui giornalieri, e se una dose (1 spruzzo) è 5.000 e dura 5 giorni, le 240 dosi in realtà non sono 240 giorni, ma 240:5= 45 giorni circa...

poi io in matematica e in tedesco sono una frana :P

comunque molto molto meglio quella della healthy da 120 softgel che prendi ora :)


Non è questione di matematca, ma la traduzione del titolo scritta male :oops:

Se leggi l'elenco puntato al 1° posto trovi specificato:

"Graziosa forma darreichungs, – fornisce puro, Alto bioverfuegbares vitamina D3 praticamente come spray. Un spruzzo contiene 5000 UI di vitamina D3."


Poi in fondo, Descrizione prodotto

30 ML corrispondono vitamina D3 240 porzioni
sapore di pesca
Contiene un erogazione 5000 IE vitamina D3


Cmq. per sicurezza, chi fosse interessato può chiedere chiarimenti al Venditore
Ultima modifica: 03/10/2019 23:31 da Matias.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Testimonianze sui trattamenti con vitamina D 04/10/2019 00:41 #63316

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2269
  • Ringraziamenti ricevuti 1108
mettiamola così sempre in base a quello che c'è scritto e a quel poco che ho capito: :lol:

1 spruzzo = 5.000 ui (unica cosa sicura finora)

1 porzione = durerebbe 5 giorni (quindi per porzione, o per dose, sembra intendere NON 5.000 ui ma 1.000 ui al giorno)

in pratica 240 porzioni sarebbero 240 giorni da 1.000 ui al giorno

se tu ne prendi 1.000 ui al giorno allora ti dura 240 giorni

ma se tu ne prendi 5.000 al giorno (e NON ogni 5 giorni come sembra suggerire il link) allora ti dura circa 45 giorni

forse così è più semplice o forse continuo a sbagliare io? :?

comunque se scrivi tu (visto che io non sono interessato) al rivenditore ci togliamo la curiosità come giustamente suggerisci B)
Ultima modifica: 04/10/2019 00:42 da miciofelix.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Liuc33, Matias

Testimonianze sui trattamenti con vitamina D 04/10/2019 01:04 #63319

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2269
  • Ringraziamenti ricevuti 1108
torniamo in topic con le testimonianze, eccone una dalla Francia e riportata il 3 ottobre 2019 (ma dal post originale sembra del 1 ottobre) dall'amministratrice del gruppo Il protocollo Coimbra in Italia - Alte dosi di vitamina D per autoimmunità www.facebook.com/groups/1599980510277741...etting=CHRONOLOGICAL :

"Arrivano le prime belle testimonianze dalla Francia, dove c'è un solo medico formato al protocollo da inizio anno. Thierry ha l'artrite reumatoide:

"Buongiorno a tutti, è tempo per me di raccontare la mia esperienza con il protocollo Coimbra. Lo faccio non per portare "un bagliore di speranza" a chi soffre, ma per rafforzare nella loro decisione coloro che esitano a fare il passo.Un po ' come quello che è a bordo piscina e che non osa tuffarsi per la prima volta. Gli manca solo qualcuno per dargli una spinta.

Ho 57 anni e ho iniziato ad avere dolori 30 mesi fa. Dolori essenzialmente nelle mani. Confesso di non aver fatto gli esami che mi ha dato il mio medico, che ha respinto la diagnosi.Ho combattuto questi dolori a colpo di ibruprofene.Alcuni mesi sono passati e i dolori sono migrati verso le ginocchia e i piedi.Ero convinto che fosse una malattia infiammatoria e così ho seguito la dieta seignalet.... che mi ha fatto del bene per gli intestini e mi ha un po ' sollevato.

Poi nell'autunno 2017, ho iniziato una dieta chetogenica, che ha avuto un effetto sicuro. Molti dei miei dolori sono scomparsi. Ma l'effetto perverso (per me) è stato una perdita di peso vertiginoso, quasi 10 kg in 45 giorni. Ma più dolori ai piedi e alle ginocchia. Ahimè, il mio entourage ha trovato che stavo dimagrendo troppo e le feste di natale che si avvicinavano mi sono messo a mangiare di nuovo "normalmente".

Risultato, nel mese di aprile 2018, reiterazione di dolori.

Così sono andato a controllare e dopo gli esami del sangue (che ho fatto questa volta), il verdetto è arrivato: artrite reumatoide. Mia moglie mi aveva dato del voltarèn, che mi ha sollevato un po' ma il medico l'ha severamente proibito. Allo stabilimento della diagnosi, il mio medico mi ha detto chiaramente "non si cura e si guarisce ancora meno". tutto quello che poteva fare era trattare il dolore, a colpi di cortisone.

Siamo partiti per Inghilterra nell' agosto 2018 e sapevo che non avrei avuto il cortisone, ma il mio medico era in vacanza e non ho potuto far rinnovare la ricetta. Quello che doveva succedere avvenne.... mi ritrovai quasi paralizzato una mattina nella stanza d'hotel. Ritorno in Francia in emergenza, sos medici del mio arrivo sul suolo francese e... cortisone.
L' artrite era molto più radicata che all'inizio dell'anno.Ho dovuto smettere di lavorare.
Reumatologo : metothrexate. Un po' di merda, siamo chiari. E nessun effetto.Mi giro allora verso una dieta chetogenica ipotossica molto molto vincolante. Molto difficile!
Le feste di Natale sono passate e all'inizio dell'anno 2019 cado per caso su una pubblicazione del protocollo Coimbra.

Mi sono unito al gruppo francese a marzo credo, ed ero sicuramente come molti di voi. Stavo aspettando dei testimonianze dai francesi, non di brasiliani o di tedeschi...
E la notizia di un medico francese del protocollo è arrivata.
L' ho contattato ad aprile, ho fatto gli esami richiesti e ' abbiamo avuto un appuntamento skype all'inizio di maggio. La consultazione è durata 2 ore.
Ho iniziato a prendere la mia vitamina d e ho iniziato a sentire gli effetti dopo... 15 giorni.
Siamo il 30 settembre e 5 mesi di protocollo.
Non voglio spiegarvi quanto mi ha dato questa malattia, quelli che l'hanno contratta sanno quanto è dolorosa e invalidante. Si è spesso soli di fronte al dolore, nessuno può niente per noi. Con questo trattamento non ho quasi più alcun dolore, ho ripreso una vita normale.

RICORDATE CHE 1 anno fa ero paralizzato.
Il protocollo non è vincolante rispetto a quello che ho da sopportare in regime ipotossico. Bere almeno 2,5 litri di acqua non è comunque nulla rispetto ai benefici. E per i prodotti lattiero-caseari, non ne prendevo già più. E bisogna sapere cosa si vuole nella vita! Non è vero?

Ero in consultazione questa mattina con il dottore del protocollo e gli parlavo degli ultimi dolori che rimanevano e ha sorriso dicendomi " ma signor Leroy, sei solo all'inizio del protocollo, il tuo paratormone non sarà davvero stabile prima di 3 mesi...."

Dopo tutto quello che ho letto su questa pagina mi sembra utile e voglio parlare del costo delle consultazioni. Come vi ho detto la mia prima consultazione è durata 2 ore, quella di questa mattina 1 ora. Un medico in Francia ti prende di solito 1/4 d'ora e ti spinge verso l'uscita. Non ha tempo per le domande, né per ascoltarvi.

Ma siete contenti perché è gratis.Il protocollo non è riconosciuto in Francia, il trattamento (che non è costoso) e le consultazioni non saranno rimborsate.

Ma fatevi una domanda, quanto pensate di poter condurre di nuovo una vita normale? Quando pensate di poter avere una relazione con questa fiducia con il tuo medico?Ecco, spero di aver sostenuto coloro che esitavano a superare il passo. Per gli altri, non posso niente, non si può rendere felici le persone se non lo desiderano.."

mitico :P :)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Liuc33

Testimonianze sui trattamenti con vitamina D 04/10/2019 01:12 #63320

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2269
  • Ringraziamenti ricevuti 1108
dallo stesso gruppo del mio post qui sopra e dalla stessa amministratrice, stavolta un interessante articolo:

"Dalla pagina brasiliana e da un post della dottoressa Karine Koller, oculista e formata al protocollo Coimbra.

"cari, molti pazienti ci hanno chiesto se il protocollo Coimbra può aiutare nel trattamento di malattie neurodegenerative come:
-sclerosi laterale amiotrofica
-malattia di Parkinson
-malattia di huntington
-alcuni tipi di encefalopatie spongiformi,
-epilessia e altre

La risposta è Sì, e la spiegazione è basata su articoli come questo che mostra il ruolo della vitamina D nel controllo dell'espressione dei geni. (segue su facebook immagine dell'articolo in inglese, più sotto c'è il link)
Attraverso la metilazione del dna. Questo importante ormone conosciuto come vitamina D, insieme ad altri elementi essenziali come il magnesio, metilfolato (forma attiva della vitamina B9), vitamina B12 e altre, promuove il "silenziamento" di geni che causano malattie e "spegnendo" la malattia.
Lo studio allegato nella foto www.eurekaselect.com/173288/article mostra che la vitamina D possiede funzioni fisiologiche pleiotropiche (è un fenomeno genetico per il quale un unico gene è in grado di influenzare aspetti multipli e almeno a prima vista non correlati tra loro del fenotipo di un essere vivente), perché non solo regola l'omeostasi del calcio e del fosforo, ma anche le risposte immuni (congenite e adattive) e controlla l'espressione di oltre il 10 % dei nostri geni.

inoltre, il numero crescente di studi mostra il rapporto tra la sclerosi laterale amiotrofica e l'aumento dei livelli di interleuchina 17, che soggiace ad un meccanismo autoimmune come una delle cause dello sviluppo della malattia, aumento che si trova anche nella sclerosi multipla che viene trattata con successo dal protocollo Coimbra da quasi due decenni. www.sciencedirect.com/…/artic…/pii/S1521661613001137) "

Dottoressa Karine Koller
Oculistica"
Protocollo Coimbra malattie autoimmuni"
Ultima modifica: 04/10/2019 01:13 da miciofelix.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Liuc33

Testimonianze sui trattamenti con vitamina D 04/10/2019 01:22 #63321

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2269
  • Ringraziamenti ricevuti 1108
mi accorgo ora che il secondo in basso dei due link sembra rimandare a pagina che non esiste, ma da facebook funziona e il link corretto e completo è questo:

www.sciencedirect.com/science/article/ab...ZjGBNdbYzP3iDHxKGtYs

mentre il primo link dall'alto sembra funzionare e comunque anche qui riporto l'indirizzo verificato corretto (poi oh, se fra qualche anno qualche utente del forum troverà pagina inesistente l'avranno toltama adesso funzionano entrambe, il guaio del forum è che a volte sembra modificare i link che vengono riportati, buono a sapersi :P )

www.eurekaselect.com/173288/article?fbcl...W-pKJYcj-KILC7_wCvNI

inoltre le immagini che compaiono nell'articolo sono queste:

Questa immagine è nascosta per gli ospiti.
Effettua il login o registrati per vederlo.


Questa immagine è nascosta per gli ospiti.
Effettua il login o registrati per vederlo.

Questo messaggio ha immagini allegate.
Accedi o registrati per visualizzarle.

L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Liuc33

Testimonianze sui trattamenti con vitamina D 08/10/2019 15:44 #63451

  • Matias
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 313
  • Ringraziamenti ricevuti 67
La dottoressa Rasio, volto televisivo, è specializzata in oncologia, ed ha approfondito gli aspetti alimentare delle terapie.

Ultima modifica: 08/10/2019 15:45 da Matias.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Testimonianze sui trattamenti con vitamina D 09/10/2019 15:31 #63494

  • Matias
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 313
  • Ringraziamenti ricevuti 67
Dott. Pier Luigi Rossi

E’ stato Primario presso la ASL di Arezzo, Servizio Sanitario della Toscana, per 22 anni, Direttore della U.O. Direzione Sanitaria della stessa ASL, dove ha creato e diretto Ambulatorio di Nutrizione Clinica.

E’ stato Docente dal 1995 al 2009 di Scienza della Alimentazione presso la Università degli Studi di Siena.
Docente (a.c.) presso la Università degli Studi di Bologna.


Un altro dottorone, con una carriera tuitta interna alla MU, che riconosce il ruolo della vitamina D :)



"Conoscere il proprio valore della vitamina D è una scelta di medicina preventiva."

"Entrare in autunno e in inverno con una carenza di vitamina D è da evitare. È saggio conoscere il valore della nostra vitamina D in questo periodo perché se il suo valore è già basso (sotto 30 nanogrammi) a fine ottobre, alto è il rischio di avere per tutto l’inverno (quindi per mesi) un valore basso nel nostro organismo."


- Vitamina D e sonno!

Senza la vitamina D si soffre di insonnia. Non si dorme bene. Ricerche attuali stanno confermando il ruolo della vitamina D sul sonno per l’azione della vitamina D su nuclei dell’ipotalamo, un centro del cervello che ha funzioni di regia delle principali funzioni vitali! Valori inferiori a 30 nanogrammi causa anche insonnia! Non dormire bene, soffrire di insonnia per carenza di vitamina D, genera una maggiore secrezione di grelina un ormone che stimola la fame e il desiderio di carboidrati, di dolci. In questo periodo molte persone soffrono di fame di dolci, melanconia di autunno, di sindrome affettiva stagionale (ho dedicato a questo argomento un post al quale rimando).

La grelina viene prodotta dallo stomaco e dall’ ipotalamo!



- Sonno e peso corporeo.

Dormire male, soffrire di insonnia stimola la secrezione di grelina, ormone della fame e dell’appetito, stimola a mangiare di continuo. L’insonnia riduce la presenza di un altro ormone: la leptina che produce sazietà. Essa è prodotta dagli adipociti. La leptina e la vitamina D vanno insieme, escono dagli adipociti, vanno nella linfa e nel sistema linfatico e poi nel sangue ed arrivano all’ipotalamo, dove stimolano il sonno e la sazieta’!

La vitamina D stimola il sonno profondo che riduce la secrezione di grelina, riducendo la sensazione di fame di dolci, si riduce il peso corporeo! Con il sonno indotto da vitamina D si può dimagrire con una sana alimentazione! Consiglio di esporsi al sole, controllare il proprio valore della vitamina D nel sangue, verificare durata e qualità del sonno!

In caso di carenza di vitamina D, consiglio una integrazione con alcune gocce da assumere nel tardo pomeriggio per ottenere i benefici della vitamina D sul sonno, sul controllo della grelina (ormone della fame) e leptina (ormone della sazietà).

Chi russa tende ad avere valori elevati di grelina con il desiderio di mangiare di continuo. Chi ha accumulo di grasso può avere sequestrata la vitamina D all’interno dell’organo adiposo.

La vitamina D, liposolubile, si accumula negli adipociti e viene rimessa in circolo solo attraverso il sistema linfatico. Coloro che hanno il sistema linfatico compromesso possono avere carenza di vitamina D.


www.pierluigirossi.it/2017/03/15/vitamin...sonno-peso-corporeo/
Ultima modifica: 09/10/2019 15:32 da Matias.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Testimonianze sui trattamenti con vitamina D 09/10/2019 15:51 #63496

  • Matias
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 313
  • Ringraziamenti ricevuti 67
"Una ricerca austriaca (Hormone Metabolic Research, 43: 223-225, 2011) ha dimostrato che la somministrazione giornaliera di 3000 IU di vitamina D per un anno ha aumentato il testosterone del 20% e il testosterone libero, biologicamente attivo, del 17%. Una semplice somministrazione giornaliera ci fornisce di maggiore testosterone, utile per aumentare l’efficienza nello sport, nella concentrazione mentale e nell’attività sessuale.
Non è a caso che l’estate è la stagione degli amori, grazie alla maggiore esposizione al sole da parte di ambedue i sessi." ;)


Una diversa ricerca ha dimostrato come la carenza di vitamina D sia particolarmente presente negli infortuni sportivi. Michael Shindle, appartenente al Summit Medical Group degli Stati Uniti d’America, ha scoperto nel 2011 che oltre i due terzi degli 89 giocatori di football americano infortunati quell’anno avevano carenze di vitamina D. Un buon livello di vitamina D nel sangue inizia da valori al di sopra dei 32 ng/ml: 27 giocatori avevano livelli che non superavano i 20 ng/ml; altri 45 non arrivavano ai 32 ng/ml.
Se sei spesso soggetto ad infortuni prova a verificare se hai un basso livello di vitamina D!


www.centronutrizionelattuada.diet/vitami...entale-per-la-dieta/
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Testimonianze sui trattamenti con vitamina D 09/10/2019 15:58 #63497

  • Matias
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 313
  • Ringraziamenti ricevuti 67
Vitamina D e muscolo: possibili effetti su attività motorie e sportive

Dipartimento di Medicina Clinica e Chirurgia, Unità di Endocrinologia, Centro Italiano per la cura e il Benessere del paziente Obeso (C.I.B.O.) Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Napoli, Italia.



Introduzione

Sebbene la vitamina D sia classicamente definita come “vitamina dell’osso”, quindi principalmente coinvolta nell’omeostasi fosfo-calcica e nel metabolismo osseo, essa riveste una funzione importante anche a livello muscolare, in particolare nella sintesi proteica e nella regolazione della muscolatura scheletrica. Infatti, un sintomo clinico comune dell’ipovitaminosi D è la mialgia.

Studi in letteratura hanno riportano che la carenza di vitamina D aumenta lo stress ossidativo e alterata l'attività degli enzimi antiossidanti nel muscolo scheletrico, portando ad un aumento dei radicali liberi dell’ossigeno (ROS).

In generale, la carenza di vitamina D a lungo termine, induce alterazioni del recettore della vitamina D (VDR) a livello muscolare, con generazione di ROS (radicali liberi dell’ossigeno) e di conseguenza alterazione della funzione mitocondriale, che a sua volta porta ad atrofia muscolare. In particolare, le disfunzioni della catena respiratoria mitocondriale e la generazione di ROS, sono fattori cruciali in diverse patologie, soprattutto quelle neurodegenerative in cui si osserva l'atrofia muscolare


Non disperate, anche la MU si sta accorgendo dei benefici della D ;)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Testimonianze sui trattamenti con vitamina D 09/10/2019 16:23 #63498

  • Matias
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 313
  • Ringraziamenti ricevuti 67
Come definire lo status della vitamina 25OHD: aspetti metodologici (laboratorio) e clinici [VDBP, free 25OHD, bioavailable 25(OH)D]

"La vitamina D è a tutti gli effetti un ormone con molteplici effetti sia a livello scheletrico che extra-scheletrico (sistema nervoso, immunitario, cardiovascolare). La principale controversia nella ricerca in questo ambito è rappresentata dalla definizione dello “stato” vitaminico D dell’individuo."


"Secondo le indicazioni dell’Institute of Medicine (IOM), i livelli ottimali di 25OHD sierica dovrebbero essere superiori a ≥20 ng/ml; per l’Endocrine Society (ES) superiori a 30 ng/ml. Inoltre, alcuni autori propongono livelli superiori a 40 ng/ml, come adeguati ad ottenere positivi effetti extrascheletrici."

La mancanza di accordo sui valori soglia , nasce dall’assenza di un metodo di dosaggio unico e standardizzato per la 25OHD e per i suoi numerosi metaboliti, da alcuni proposti come parte integrante del pannello di valutazione dello stato vitaminico D (“vitamin D panel”).

I dosaggi immunometrici della 25OHD, hanno contribuito alla variabilità delle misurazioni poiché presentano affinità diversa per la 25OHD2 e D3 (possibile sottostima 25OHD totale), bassa specificità ed accuratezza, elevato effetto matrice. Più recentemente la spettrometria di massa è stata proposta come “gold standard” per l’elevata sensibilità, specificità ed accuratezza e la possibilità di analizzare simultaneamente più metaboliti del “vitamin D panel”.

Grazie a questo metodo altamente affidabile, è nato nel 2010 il Vitamin D Standardization Program (VDSP) con lo scopo di creare un sistema di riferimento internazionale, garantire la calibrazione in base al riferimento dei dosaggi commerciali e dei singoli laboratori ed infine verificare l’armonizzazione dei dosaggi.
Il VDSP ha creato dei protocolli di standardizzazione per la ricerca futura, ma anche per rivedere retrospettivamente i dati della letteratura.




La MU è lenta ma si sta muovendo sulla D, appena predisporranno gli standard daranno seguito ai protocolli applicativi.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Testimonianze sui trattamenti con vitamina D 09/10/2019 17:08 #63501

  • Liuc33
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Zen
  • Messaggi: 3975
  • Ringraziamenti ricevuti 695
Qi si mettono le testimonianze e non i copia e incolla da internet che lo sanno fare tutti. ;)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Testimonianze sui trattamenti con vitamina D 09/10/2019 17:15 #63504

  • Matias
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 313
  • Ringraziamenti ricevuti 67
Liuc33 ha scritto:
Qi si mettono le testimonianze e non i copia e incolla da internet che lo sanno fare tutti. ;)


Non ho visto testimonianze firmate di prorpio pugno... ma tutte con un link al seguito :whistle:

(Lascia stare Life 120)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Testimonianze sui trattamenti con vitamina D 14/10/2019 00:48 #63564

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2269
  • Ringraziamenti ricevuti 1108
testimonianza del 11 ottobre dal gruppo Per un'altra terapia - Vitamina D per la SM e per le malattie autoimmuni www.facebook.com/groups/239505089543906/?ref=group_browse di L.C. (donna) all'interno di un post, quindi fra i commenti al post principale:

"Cinque anni a novembre.. Se non fan testo le risonanze dato che sarebbero invariate da 15 anni ( mah!) certo è elemento di conferma della stabilità che percepisco, l' edds sceso di mezzo punto e lo stato complessivo di benessere che vivo. Senza parlare di raffreddore o altro che non so più cosa siano, del peso diventato quello di quando ero ragazzina, della pelle idratata, ecc. ecc. Partivo con una SP vecchia di 40 anni. Mi auguro altri 40 cosi! "

altra testimonianza dallo stesso gruppo e fra gli stessi commenti di E.N. (donna):

"Tra un mese x me saranno 4 anni, da un po' mi sento stabile, nonostante la vita mia abbia messo a dura prova negli ultimi 2 anni. Per la prima volta questa estate non l'ho sofferta come tutte le altre"

da rilevare, per correttezza, che un'altra persona (A.M., uomo) ha lamentato problemi con l'osteoporosi pur trovandosi molto bene col protocollo(lui ha sclerosi multipla), ricordiamo che l'osteoporosi è fra i possibili problemi legati al protocollo, ecco perchè è sempre necessario essere seguiti da un medico coimbrano....
Ultima modifica: 14/10/2019 00:53 da miciofelix.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Liuc33

Testimonianze sui trattamenti con vitamina D 14/10/2019 00:57 #63565

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2269
  • Ringraziamenti ricevuti 1108
sempre dallo stesso gruppo qui sopra altra testimonianza, ma del 10 ottobre, di E.G. (uomo), con tanto di un suo VIDEO (che ovviamente non posso riportare ma potete vederlo su fb) su tapis roulant che testimonia i suoi progressi:

"Nuovo aggiornamento dopo due anni di protocollo, tanto sudore, lacrime e fatica. Ci sono gli altri video fate il paragone.
Differenza: nella fase di stretching iniziale sono molto più flessibile ed è importante per avere muscoli più rilassati, riesco anche a non tenermi e tirarmi su con comodo( schiena più stabile). La gamba sinistra è più coordinata , da notare le scarpe basse(caviglie più forti, prima solo scarpe alte e ben allacciate per evitare distorsioni). Cambiamento di pendenza impensabile prima (si usano di più cosce e polpacci, per i più tecnici: quadricipite femorale e vasto mediale).Riesco ad alzarmi sulle punte.
Dettagli tecnici: velocità prima 1,8 km/h ora 3,2km/h, riesco a fare 1km in due serie da 500m (11/12min e 5 min di recupero tra le due).Ancora non cammino senza poggiarmi o su un muro o con due stampelle ma ho ridotto molto il loro supporto.
Forza vinciamo noi!"
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Liuc33

Testimonianze sui trattamenti con vitamina D 14/10/2019 01:03 #63566

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2269
  • Ringraziamenti ricevuti 1108
sempre dallo stesso gruppo di prima altra testimonianza di S.C. (donna), anch'essa con VIDEO che la riprende mentre fa squat in palestra :) :

"Lungimiranza, tenacia, positività e tantissima pazienza. 1 anno e mezzo di Protocollo Coimbra, Sclerosi Multipla rr, eccomi qui, più forte di prima.
Sono qui una volta ancora per sostenere i nuovi arrivati, sono qui per dirvi di continuare a credere nel protocollo, Non mollate mai"

la stessa persona poi, fra i commenti al suo post, scrive a proposito dell'osteoporosi (presumo dietro indicazione del suo medico coimbrano del protocollo):

"(..) Per prevenire l'osteoporosi bisogna fare attività fisica come, camminata a ritmo per 30 minuti al giorno x 5 gg a settimana, oppure in palestra con pesi come manubri alternati, squat, tapis roulant 20 minuti velocità 6-7, 3 volte a settimana, gli altri giorni passeggio perché mi rilassa con la musica. È molto importante che le ossa siano concentrate, puoi anche ballare tip tap o flamenco vanno benissimo anche, le nostre ossa per far incastrare il calcio nelle ossa hanno bisogno di un forte impatto, caricarle di peso oppure muoversi con un certo ritmo. Per chi non può svolgere queste attività va bene acquistare una pedana vibrante come raccomanda Coimbra, è importante fare questo tipo di esercizio per evitare il turnover osseo, María Grazia mi dispiace che il tuo medico non ti abbia dato indicazioni su come prevenire l'osteoporosi, è la parte più importante del protocollo se si può dire"
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Liuc33

Testimonianze sui trattamenti con vitamina D 14/10/2019 01:07 #63567

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2269
  • Ringraziamenti ricevuti 1108
cambiamo gruppo fb :)

questa testimonianza, del 9 ottobre e di J. M. (donna) è dal gruppo Il protocollo Coimbra in Italia - Alte dosi di vitamina D per autoimmunità www.facebook.com/groups/1599980510277741/?ref=group_browse :

"Volevo condividere una bellissima notizia dopo 4 anni e mezzo di sm, 1 anno e mezzo di protocollo e dopo 6 risonanze, quest ultima è ferma, mai successo, ho sempre avuto nuove lesioni... Mi sento felice come non mai... Andrei dal mio neurologo e manderei tutti in quel posto... Grazie protocollo...."

(considerate che molte altre testimonianze possono sfuggirmi, fra post e giorni in cui non capito su fb o fra i tanti commenti annidati fra altri commenti....)
Ultima modifica: 14/10/2019 01:11 da miciofelix.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Liuc33

Testimonianze sui trattamenti con vitamina D 20/10/2019 02:47 #63619

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2269
  • Ringraziamenti ricevuti 1108
testimonianza del 18 ottobre di R.C. (donna) dal gruppo Il protocollo Coimbra in Italia - Alte dosi di vitamina D per autoimmunità www.facebook.com/groups/1599980510277741/?ref=group_browse (c'è anche una foto che ovviamente può vedere chi visita il gruppo) :

"È passato un anno da quel mercoledì pomeriggio che cambiò per sempre la mia vita, o più precisamente il mio modo di vederla, la vita. È buffo che fosse proprio il 17, per me, che non sono per niente superstiziosa, anzi.
Basta un pezzo di carta e tutte le certezze, le costruzioni e i voli pindarici sui quali hai costruito il castello di sogni del tuo futuro, improvvisamente crollano, come i castelli che con tanta dedizione, pazienza ed entusiasmo, costruirvi da piccola in riva al mare e il bagnante di turno, passando sul bagnasciuga, affondava con un piede, una svista, un caso fortuito, talvolta un dispetto, verso qualcosa di così bello è prezioso come il sogno di un bambino.
Ogni volta mi si spezzava il cuore, sentivo tutto il peso dell'ingiustizia di quel passo maldestro, o spietato, che aveva distrutto il mio castello di favole, ma ogni volta mi asciugavo le lacrime, tiravo su il moccolo e il giorno dopo ne costruivo un altro, più grande, più bello, finché un giorno scoprii, grazie a mio zio Gigi, che potevo costruire tante altre cose molto più fantasiose e difficili, che potevo sperimentare tante altre forme e così un giorno costruimmo un coccodrillo enorme e un altro una tartaruga gigante!
Così feci anche quel 17 ottobre, tirai su il moccolo e asciugai le lacrime.
Potrò costruire lo stesso, pensai.
Me lo ricordo ancora, era pomeriggio, ero seduta sul sedile della mia Leon, nel parcheggio della clinica, tra mani facevo roteare la busta della clinica col referto della risonanza magnetica. Non potevo mentire a me stessa, era da più di un mese che l'unica sensazione che sentivo a mani e piedi era il formicolio, non sentivo caldo, non sentivo freddo, non sentivo. Scatole di vitamine e ricostituenti, "signora l'allattamento l'ha debilitata, cerchi di stare tranquilla e non pensarci" mi diceva il mio medico di base.
Dopo più visite oculistiche avevo capito che quella perdita di vista dall'occhio destro, alla quale non corrispondevano perdite di diottrie, doveva riguardare sicuramente qualcosa di più importante, qualcosa al quale non volevo neanche lontanamente pensare.
Scartai quella busta, con la speranza che il mio intuito si stesse sbagliando, sono laureata in legge, non in medicina, non posso aver compreso prima del mio medico di base la mia malattia. O forse il mio medico di base l'aveva compresa, ma temeva di poterle dare quel nome? Lessi il referto tutto d'un fiato, quasi che più veloce permettesse all'inchiostro di prendere il volo e lasciare quella carta immacolata, tra le mie mani tremolanti, a dirmi che andava tutto bene.
Tuttavia le mie diottrie inciamparono su due parole, chiare, inconfondibili, che bastarono ad interrompere il decollo dell'inchiostro: lesioni demielinizzanti..
Era vero, non mi ero sbagliata, il mio fottutissimo istinto aveva capito tutto.
Una telefonata, le dita composero il numero del mio migliore amico, quello che non sapevo ancora sarebbe diventato, di lì a poco, il mio testimone di nozze, chiamai proprio lui, seduto da 24 anni su una sedia a rotelle, perché il mio cuore sapeva che forse solo lui avrebbe potuto comprendere e ascoltare le mie lacrime.
"Piangi Romi, piangile tutte quelle lacrime, hai tutto il diritto di piangere, di aver paura o essere arrabbiata". Furono quelle parole a farmi capire che tutto quello che stavo provando era NORMALE e legittimo e che avrei solo dovuto accoglierlo.
"Non è così grave, con la sclerosi multipla si può convivere, al massimo finiremo a Wimbledon insieme e ti batterò, mezza sega" - gli dissi con la voce strozzata dalle lacrime e interrotta dai singulti che mi provocava la risata. Prevalse la risata, iniziò a ridere anche lui, tanto e forte.
Così è iniziata la mia avventura nella malattia, o meglio, nella scoperta della malattia.
Di lì a 15 GG il ricovero in ospedale, la separazione da mio figlio, di appena 9 mesi, il mio cucciolo, la gioia più grande della mia vita, che non avevo mai lasciato un solo istante prima, la sensazione di dolore mista a quella di abbandono, mi abbandonavo all'inesorabilità degli eventi, dovevo farmi ricoverare, era necessario, dovevano studiarmi per bene il cervello, solo così avrei potuto curarmi, lo dovevo a mio figlio. Mi sentivo come un leone quando viene catturato dai bracconieri.
Il 4 dicembre la diagnosi definitiva: SMRR.
Avrei dovuto iniziare le cure a base di copaxone a febbraio, il neurologo mi concesse di allattare fino ad un anno di vita il mio bambino.
In pochi mesi la mia esistenza è stata stravolta, ha preso un ritmo inaspettato, ma bellissimo, la decisione col mio fidanzato di sposarci immediatamente senza aspettare e di provare ad avere subito altri figli.
Il 1 febbraio lasciai anche il lavoro, Giordo (dal quale sono in cura da gennaio) fu chiaro, niente stress, o fonti di stress, nella mia vita. Per una volta ho scelto il giusto ordine di priorità, ho scelto me stessa, ho scelto di essere felice.
Oggi la mia secondogenita ha un mese e 9 giorni, io sono in protocollo dal primo di febbraio, perché grazie al cielo la laurea in legge non mi ha portato al lavoro per cui avevo studiato, ma mi ha aperto la mente verso l'approfondimento e la ricerca, che mi hanno condotta fino al protocollo.
Penso che i doni più grandi che la vita ci possa fare si chiamino Fede e Speranza, quella che ci permette di andare avanti col sorriso, con tanta gioia nel cuore nonostante quel pezzo di carta, quella sentenza, chiusi nel cassetto.
Da quel 17 ottobre sono successe tante cose, tutte estremamente belle, il matrimonio, l'arrivo di una nuova meravigliosa vita e di nuovi progetti. Tutto parla di futuro, di gioia, di opportunità, tanti piccoli mattoncini di quel bellissimo coccodrillo che ho imparato a costruire, perché i castelli li lascio alle principesse, io preferisco sempre le avventure e vivere in un safari è sicuramente più interessante che starsene rinchiusi in un castello.
È un cammino lungo, lo so, lungo tutta la vita, a breve mi attendono le analisi di controllo e anche la risonanza, ma se non posso controllare il decorso di questa malattia posso pur sempre decidere come affrontarla e con coraggio e amore è l'unico modo che conosco.
Il 17 è passato, tutto passa.
Voglio insegnare questo ai miei figli, ogni giorno è un'opportunità"
Ultima modifica: 20/10/2019 02:48 da miciofelix.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Testimonianze sui trattamenti con vitamina D 01/11/2019 01:17 #63707

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2269
  • Ringraziamenti ricevuti 1108
testimonianza dal gruppo www.facebook.com/groups/protocolloCoimbra/?ref=bookmarks Per un'altra terapia - Vitamina D per la SM e per le malattie autoimmuni di M.G.C. (donna) del 31 ottobre 2019:

"Carissimi dopo un un'anno di vitamina D a dosi tra i 30000 e 40000 UI in cura dal grande dr Giordo, ho ripetuto questa mattina al GEMELLI di Roma la MOC di controllo e con mia grande sorpresa e gioia, ho potuto constatare che la mia importante osteoporosi femorale è MIGLIORATA!!! Ho avuto la conferma che se si applica alla lettera il protocollo non si corre il rischio di far peggiorare le nostre ossa"

(da segnalare che in uno dei commenti al post un altro utente riporta che "Il turnover Osseo parte dopo i 60 000 UI e di styare comunque attenti perchè l'osteoporosi può essere un reale effetto collaterale del protocollo"....questo per correttezza di informazione, anche se poi ogni persona è diversa dall'altra)
Ultima modifica: 01/11/2019 01:21 da miciofelix.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Testimonianze sui trattamenti con vitamina D 13/11/2019 00:47 #63810

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2269
  • Ringraziamenti ricevuti 1108
testimonianza del 12 novembre 2019 dal gruppo Il protocollo Coimbra in Italia - Alte dosi di vitamina D per autoimmunità www.facebook.com/groups/1599980510277741/?ref=group_browse che in realtà riporta la testimonianza dal gruppo brasiliano High Doses of Vitamin D for Autoimmune Diseases - Coimbra Protocol www.facebook.com/coimbraprotocol/?__tn__...nf&hc_location=group , la persona è A.V. (uomo, è riportata anche la sua foto che per i soliti motivi di privacy non posso riportare qui), un paziente di Sclerosi multipla diagnosticata 8 anni fa e che segue il protocollo di Coimbra da 5 anni:

" Due giorni fa, ero in ritardo per arrivare in palestra... Sono uscito dalla metropolitana (non ho avuto bisogno di bastoni da passeggio o di stampelle negli ultimi 2 anni) per arrivare il prima possibile, ho iniziato ad attraversare la strada e la luce del semaforo si è trasformata in verde.

Ed è allora che ho corso.

Sembra banale, ma dopo aver raggiunto l'altra parte del viale mi sono reso conto di aver fatto qualcosa che non avevo fatto da quasi 10 anni: correre!
Dai primi segni di Sclerosi multipla, ho iniziato a camminare con difficoltà (e correre - nemmeno per idea), poi mi sono tenuto alle pareti, poi usaavo le stampelle... E prima che finissi su una sedia a rotelle o allettato, ho deciso di seguire rigorosamente il trattamento con alte dosi di vitamina D e allenarmi in palestra con pesi e il tapis roulant...
All'inizio riuscivo a malapena a stare 3 o 4 minuti a velocità 2 sul tapis roulant .Oggi posso fare più di 1 ora a velocità 5. 8...
Semplicemente non vado più veloce perché poi avrei dovuto iniziare a fare jogging e ho pensato di non poter correre, che non sarei mai più stato in grado di correre.

Ma ce l'ho fatta. Ora posso fare un po' di corsa. Sempre per sconfiggere il semaforo ieri quando ero a due isolati dal ristorante dove ho mangiato, mi sono accorto di aver dimenticato le cuffie lì, sono corso di nuovo sotto la pioggia, tra il caos del centro, evitando le persone e i venditori di strada... Lo "giuro" ho sentito la colonna sonora del film "momenti di gloria" mentre andavo avanti... Era da un po ' che non ero entusiasta di qualche mia impresa.

E che cosa significa? Significa che sono un esempio che le alte dosi di vitamina D del protocollo del Dr. Coimbra funzionano davvero. Appena ho iniziato il protocollo, quasi 5 anni fa, i recenti sintomi hanno iniziato a scomparire lentamente... Ma non mi è mai stato promesso che avrei recuperato la mia marcia visto che era un vecchio sintomo. Ma, dai tempo al tempo. E l'ho dato. E mi sono aiutato con i pensieri e gli esercizi positivi. E la benedetta vitamina D.

A me, che prima della SM non mi piaceva correre nemmeno ad attraversare la strada, ora voglio correre sempre di più. Ogni giorno un po ' di più. E magari correre una maratona. Certo, l'intenzione non sarebbe di vincere o di raggiungere la vetta. Nemmeno prima della diagnosi sarebbe possibile. Ma completare sarebbe già divino.
E oggi, grazie a questo trattamento che amo tanto, senza dover prendere una pillola o fare un'iniezione nel mio corpo, sono sicuro che sarà possibile. Non posso predire quando o cosa sarà questa maratona. Ma se ne potro' correre una, lo farò!"
Ultima modifica: 13/11/2019 00:49 da miciofelix.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Testimonianze sui trattamenti con vitamina D 19/11/2019 00:58 #63870

  • miciofelix
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2269
  • Ringraziamenti ricevuti 1108
testimonianza del 18 novembre 2019 di N. Z. (donna) dal gruppo Per un'altra terapia - Vitamina D per la SM e per le malattie autoimmuni - www.facebook.com/groups/239505089543906/?ref=group_browse :

"da tanto che non scrivo nel gruppo, ma ora ho una valida ragione per lasciarvi la mia testimonianza.
17/11/2017-17/11/2019
Sono in protocollo da due anni. A volte mi sembra di aver iniziato ieri, a volte mi sembra che io sia in protocollo da una vita
Volevo assumere come ho iniziato e come sono ora, dopo due anni di trattamento protocollo Coimbra.
Sono stata diagnosticata il 12/07/2017, sintomi alterazione della sensibilità dal collo in giù tutto il lato sinistro e paralisi quasi totale dal collo in giù tutto il lato destro, con un gatto nero di 10 chili sul collo, almeno questa era la sensazione che mi accompagnava da qualche tempo fino al ricovero in ospedale.
Diagnosi, proposta di Tysabri, Gylenia, Tecfidera, Ocrelizumab e quello del trattamento di 4 anni di cui non mi ricordo il nome. Scartati tutti per motivi differenti. L’unica motivazione comune per il no da parte mia per tutti i trattamenti proposti fondamentalmente era che non facevano per me. E se una cosa non fa per me, non fa per me. Non avrebbe avuto senso di cominciare un trattamento, qualsiasi, di cui non ci credovo profodamente.
17/11/2017 – prima visita con il mio DOC, Massimo Vincenti. Può piacere come anche no. Ognuno di noi deve trovare il suo medico. Quello con il quale riesce ad entrare in sintonia, ma soprattutto il medico che accettiamo come nostra guida, dal quale accettiamo le critiche, i cazziatoni, perché ci crediamo che li fa per aiutarci
Lui è così. Non fa un complimento senza merito. Il primo “ha gli esami quasi perfetti” me li ha pronunciati alla visita di due anni. E me li sono sudati! Critica, sprona, spinge, ma per il mio bene. E' esigente, perchè dobbiamo essere esigenti anche noi.
Ho cominciato il protocollo con una MOC che evidenziava un’osteopenia moderata.
Altezza 164cm, peso 47kg, decisamente sottopeso, ma è così da sempre.
La dose della vitamina D3 era variabile in questi due anni, il PTH ha reagito quasi subito, si è stabilizzato credo da circa 8 mesi. Prima era sceso troppo, ora è a 4. Stabile. Ora il mio dosaggio è 80.000 UI. Ero più energica con 100.000 UI, ma il Doc ha confermato 80.000 UI
Sono più attiva che mai in vita mia. C’è da dire che ero uno bradipo. Ora faccio walking, tanto, yoga vinyasa flow una volta alla settimana con l’istruttore, e quanto volte riesco da sola a casa. Lavoro a full time, ho un secondo lavoro da artigiana e ho una bambina di 6 anni, e un marito presente.
Fisioterapia due volte all’anno, cicli di 15 sedute, questo che passa il convento.
Dopo un’anno la MOC evidenziava peggioramento di osteopenia, inizio osteoporosi.
Abbiamo aggiunto la M7K2, boro, silicio, collagene, ci siamo impegnati a regolarizzare il ritmo circadiano, abbiamo aumentato l’attività fisica. Tanta attività fisica.

I valori di CTX e osteocalcina migliorano, ma sono sempre con uno scheletro di una donna in post-menopausa.
Ho 39 anni e non sono in menopausa.
Peso quasi invariato 47/48, è aumentato tono muscolare, di tanto, ma il peso non si schioda. Mangio come un muratore. Per chi ora si alza e dice che è facile con peso così, vorrei dire che si sbaglia. Chi è magro è penalizzato sul livello osseo perché “stressa” poco le ossa ergo io cammino portando dietro sempre un peso.
Vado senza pesi solo se faccio la “lunga” ovvero i 7 km e mezzo consecutivi, senza sosta.
Farò la MOC a gennaio e vedremo se abbiamo raggiunto un miglioramento significante o devo rincorrere a bifosfonati.
Oltre la SM ho la tiroidite i Hashimoto, celiachia, allergia da inalazione della polvere e delle farine.

Tutti quelli che valutano di intraprendere il cammino del protocollo vorrei dire che:

fatelo in modo responsabile
fidatevi della vostra guida scelta e quado il vicino di casa vostra vi consiglia ricordatevi sempre che quello che va bene a lui non è detto che faccia bene anche a voi. Non siamo uguali
non è un gioco, come non lo è nessun tipo di trattamento
avete delle bestie da domare, fatelo con tutta la vostra forza e con il migliore arma che potete avere a vostra disposizione
tenete bene in mente che il protocollo funziona solo se lo fate funzionare voi. La vitamina D3 per sé non fa tutto. Dovete mettercela tutta.
Non stressatevi, non stressate gli altri che poi stresseranno voi. E’ inutile. La pastiglia di “mennefuttu” è a disposizione di tutti. Quando potete prenderla, fatelo, vi farà solo bene.


Ho le RM stabili, il prossimo sarà semestrale, il mio neurologo non si fida lasciarmi “scoperta” di trattamento quindi vuole guardarci dentro più spesso. Aveva intenzione di fare le RM trimestrali, ci siamo accordati per semestrale. Dal ricovero non ho fatto più le RM con liquido di contrasto. Sempre senza, si vede tutto bene.
Vi auguro a tutti di stare bene, ma bene bene, più lungo possibile
Ultima modifica: 19/11/2019 01:00 da miciofelix.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.281 secondi

Salute Natura  Benessere
 

Realizzato un nuovo accordo commerciale! Sconto del 5% su centinaia di prodotti riservato ai foristi ADS. CLICCA per il codice PROMO.

 

arcobalenoErboristeria Arcobaleno

Sconto per lo shopping online. Solo gli iscritti al portale "Alleanza della Salute Forum di Medicina Ortomolecolare" potranno avvalersi di tale sconto che vale l' 8%. CLICCA