Benvenuto, Ospite
In questa sezione troverete tutti i libri sia da acquistare, ma anche le versioni PDF rintracciabili in rete.

ARGOMENTO: LA PAURA COMPRENDERLA E DISSOLVERLA

LA PAURA COMPRENDERLA E DISSOLVERLA 29/07/2014 14:09 #30981

  • Cecilia
A volte leggere libri puó essere illuminante oppure, se questo appare troppo per alcuni, puó anche solo aiutare a capire certe situazioni

Questo libro, di Osho, é una lettura interessante che forse alcuni dovrebbero leggere ma sopratutto comprendere

LA PAURA COMPRENDERLA E DISSOLVERLA (IN RISTAMPA)

autore: Osho
editore/etichetta: Bompiani

pagine/durata: 176 + CD meditazione
www.oshoba.it/prod/538/LA-PAURA-COMPREND...8IN-RISTAMPA%29.html

descrizione:

L'arte di restare centrati nelle tempeste della vita.

Libro con discorsi di Osho scelti inerenti all'argomento + CD di meditazione guidata in italiano con la voce di Chetana, una tecnica per imparare ad osservare la paura e a lasciarla andare senza creare danni ai noi stessi e agli altri.


Non è possibile uccidere la paura, infatti la paura racchiude in sé una particolare energia e nessuna energia può essere distrutta. Non puoi distruggere neppure una goccia d'acqua, puoi solo mutarla in ghiaccio, oppure farla evaporare, comunque essa permane. Permane da qualche altra parte, non può uscire dall'esistenza.
Neppure la paura può essere distrutta. Ebbene, cosa si deve fare? Occorre comprendere la paura. Cos'è? Come sorge? Da dove nasce? Qual è il suo messaggio?
Scruta nella tua paura, senza esprimere alcun giudizio, solo così la puoi comprendere. Osho

Ti trovi tra due universi: uno esteriore, uno interiore. L'universo esteriore è formato da oggetti; l'universo interiore da consapevolezza, beatitudine, gioia.
Entra nell'universo interiore, ma non con il passo dettato dalla paura, perché la paura non può entrare nell'universo interiore. Come mai? Perché la paura non può stare sola, e dentro di te dovrai essere solo.
La paura ha bisogno di una folla, di compagnia.
Ma per entrare in te stesso, dovrai essere solo: non potrai portare nessuno. Non solo: non potrai portare nulla!
Osho


Quando in te affiora la paura, lasciati avvolgere e vivila! Perché creare una dualità? Quando hai paura, trema, permetti alla paura di impossessarsi di te. Lasciale spazio. Una sola cosa va compresa: quando lasci spazio alla paura e tremi, osservala e godi della sua presenza; e proprio in quell’osservazione avverrà una trascendenza.
Vedrai il corpo che trema, vedrai la mente che trema, ma arriverai a percepire un punto dentro di te, un centro profondo che rimane imperturbato, che non ne è affatto intaccato.
La tempesta ti scuote, ma da qualche parte all’interno del tuo essere esiste un centro che non è turbato: il centro del ciclone... e solo quando si consegue quel centro si smette di aver paura, si diventa impavidi.
Osho


Buona lettura :)
Ultima modifica: 29/07/2014 14:09 da Cecilia. Motivo: aggiunta link
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

LA PAURA COMPRENDERLA E DISSOLVERLA 29/07/2014 16:23 #30993

  • Clara
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2975
  • Ringraziamenti ricevuti 1672
Scusa Cecilia, non posso fare a meno di commentare alla mia maniera...
“Ti trovi tra due universi: uno esteriore, uno interiore. L'universo esteriore è formato da oggetti; l'universo interiore da consapevolezza, beatitudine, gioia.”

Non ci troviamo tra due universi , uno int. e l'altro est., perché le dimensioni di interno-esterno appartengono a una unità strutturale... se parliamo di mondo esterno a noi, non è solo un mondo di “oggetti” ma un mondo di persone.
“l'universo interiore da consapevolezza, beatitudine, gioia.”

Il luogo interiore degli umani è perennemente lambito dalla presenza dell'inconscio , che non è regno di beatitudini. Inoltre la gioia non può mai essere “tutta” a motivo del dolore nel mondo.
Per questo la gioia non può che essere etica, mi trovo dunque più d'accordo con Kant quando dice “fai che ogni tua azione possa diventare una massima universale” Cosa che il maestro miliardario non poteva certo condividere....
“Non è possibile uccidere la paura, infatti la paura racchiude in sé una particolare energia e nessuna energia può essere distrutta.”
Ma cosa vuol dire stà pappardella..uccidere la paura...una energia che non può essere distrutta..
La paura è una emozione utile alla vita, il suo eccesso è deleterio, si cerchi dunque l'equilibrio delle proprie emozioni, e si cerchi di comprendere da dove provengano gli eccessi o i deficit del nostro sistema emotivo.
“Entra nell'universo interiore, ma non con il passo dettato dalla paura, perché la paura non può entrare nell'universo interiore. Come mai? Perché la paura non può stare sola, e dentro di te dovrai essere solo.
La paura ha bisogno di una folla, di compagnia.
Ma per entrare in te stesso, dovrai essere solo: non potrai portare nessuno. Non solo: non potrai portare nulla!”
Esempio del “parlar vano” del dire senza dir nulla...
“Quando in te affiora la paura, lasciati avvolgere e vivila! Perché creare una dualità?”
Creare una dualità?Ma che dici Osho, quando affiora la paura sei già avvolto, la stai già vivendo,
e poi che palle questa parola “la dualità” con cui la new age ha elaborato le sue filosofie da giornaletto!
Il soggetto è da sempre diviso, ma non perchè è duale, o perchè sussista una separazione, un taglio, tra ad esempio, spirito e materia, ma perchè qualcosa sfugge continuamente a una certezza, a una corrispondenza, il linguaggio è sempre mancante, non v'è mai definitiva corrispondenza della parola alla “cosa”.
Ultima modifica: 29/07/2014 16:25 da Clara.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

LA PAURA COMPRENDERLA E DISSOLVERLA 29/07/2014 16:56 #30996

  • Cecilia
(sospirone!!) :lol:
Clara ha scritto:
Scusa Cecilia, non posso fare a meno di commentare alla mia maniera...
ma figurati se non ti scuso, io manco ero una seguace di Osho, a dire la veritá di nessuno
“Ti trovi tra due universi: uno esteriore, uno interiore. L'universo esteriore è formato da oggetti; l'universo interiore da consapevolezza, beatitudine, gioia.”

Non ci troviamo tra due universi , uno int. e l'altro est., perché le dimensioni di interno-esterno appartengono a una unità strutturale... se parliamo di mondo esterno a noi, non è solo un mondo di “oggetti” ma un mondo di persone.
allora, purtroppo un fondo di veritá c´é:
viviamo in un mondo che é stato VOLUTAMENTE strutturato in modo che esistano 2 universi ben distinti, uno dei quali ha sempre meno valore, quello interno, quello che non ha nulla a che vedere con l´esterioritá e lo show off, viviamo in un mondo di barbie e big jim, di unghie lunghissime di plastica colorata e di tette di silicone (doppio sospirone!!)

“l'universo interiore da consapevolezza, beatitudine, gioia.”

Il luogo interiore degli umani è perennemente lambito dalla presenza dell'inconscio , che non è regno di beatitudini. Inoltre la gioia non può mai essere “tutta” a motivo del dolore nel mondo.
Per questo la gioia non può che essere etica, mi trovo dunque più d'accordo con Kant quando dice “fai che ogni tua azione possa diventare una massima universale” Cosa che il maestro miliardario non poteva certo condividere....
perennemente?? a chi??!! ma se la maggior parte della gente pensa che l´incoscio sia qualcosa che appartiene alla moda degli esoterici!
sui miliardi di Mr. Osho non mi pronuncio, ne era pieno! :whistle:

“Non è possibile uccidere la paura, infatti la paura racchiude in sé una particolare energia e nessuna energia può essere distrutta.”
Ma cosa vuol dire stà pappardella..uccidere la paura...una energia che non può essere distrutta..
La paura è una emozione utile alla vita, il suo eccesso è deleterio, EUREKA!!!! si cerchi dunque l'equilibrio delle proprie emozioni, é bravo chi ci riesce, peccato che siano pochi e si cerchi di comprendere da dove provengano gli eccessi o i deficit del nostro sistema emotivo. yes!!
“Entra nell'universo interiore, ma non con il passo dettato dalla paura, perché la paura non può entrare nell'universo interiore. Come mai? Perché la paura non può stare sola, e dentro di te dovrai essere solo.
La paura ha bisogno di una folla, di compagnia.
Ma per entrare in te stesso, dovrai essere solo: non potrai portare nessuno. Non solo: non potrai portare nulla!”
Esempio del “parlar vano” del dire senza dir nulla...
Ne ne, c´é un sacco di gente che in determinate situazioni, a causa della paura, é pronta a tutto anche a quello cui non é pronta proprio per niente, e improvvisamente pensano di improvvisarsi (scusate il bisticcio di parole) come persone spirituali, ma non funziona cosí! eh no!
quindi ... Entra nell'universo interiore, ma non con il passo dettato dalla paura

“Quando in te affiora la paura, lasciati avvolgere e vivila! Perché creare una dualità?”
Creare una dualità?Ma che dici Osho, quando affiora la paura sei già avvolto, la stai già vivendo, NO, la subisci, che é ben diverso
e poi che palle questa parola “la dualità” con cui la new age ha elaborato le sue filosofie da giornaletto! vero
Il soggetto è da sempre diviso, ma non perchè è duale, o perchè sussista una separazione, un taglio, tra ad esempio, spirito e materia, ma perchè qualcosa sfugge continuamente a una certezza, a una corrispondenza, il linguaggio è sempre mancante, non v'è mai definitiva corrispondenza della parola alla “cosa”.
vero
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

LA PAURA COMPRENDERLA E DISSOLVERLA 29/07/2014 17:25 #30999

  • Clara
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2975
  • Ringraziamenti ricevuti 1672
perennemente?? a chi??!! ma se la maggior parte della gente pensa che l´incoscio sia qualcosa che appartiene alla moda degli esoterici!
Quel che pensa la gente non è qui un elemento che voleva essere analizzato,ma il discorso del maestro, il quale sembra ignorare...e le spara...
Non ci troviamo tra due universi , uno int. e l'altro est., perché le dimensioni di interno-esterno appartengono a una unità strutturale... se parliamo di mondo esterno a noi, non è solo un mondo di “oggetti” ma un mondo di persone.
allora, purtroppo un fondo di veritá c´é:
viviamo in un mondo che é stato VOLUTAMENTE strutturato in modo che esistano 2 universi ben distinti, uno dei quali ha sempre meno valore, quello interno, quello che non ha nulla a che vedere con l´esterioritá e lo show off, viviamo in un mondo di barbie e big jim, di unghie lunghissime di plastica colorata e di tette di silicone (doppio sospirone!!)

Anche in questo caso non è l'analisi dei fantasmi sociali, degli oggetti di godimento propinati per anestetizzare, ma è sempre il discordo del maestro che metto in discussione, non sai maestro che là fuori ci sono persone? E che non proprio tutte sono interresate ai falsi miti del desiderio, ma come non ricordare l'intervista che ti fece Biagi dove senza remore dici, che la tua è una scuola solo per ricchi, perchè i poveri hanno da pensare ad altro...
Ne ne, c´é un sacco di gente che in determinate situazioni, a causa della paura, é pronta a tutto anche a quello cui non é pronta proprio per niente, e improvvisamente pensano di improvvisarsi (scusate il bisticcio di parole) come persone spirituali, ma non funziona cosí! eh no!
quindi ... Entra nell'universo interiore, ma non con il passo dettato dalla paura

Il parlar vano c'è, come fai a non sentirlo Cecilia? Non senti che non dice una minchia in realtà...la paura in eccesso impedisce la lucidità, mi sembra ovvio, e mi sembra anche ovvio che il tuo universo interiore sia sempre quello che in quel momento ha paura, Osho ha abbindolato un sacco di giovani ricchi e annoiati con stì discorsetti...
Creare una dualità?Ma che dici Osho, quando affiora la paura sei già avvolto, la stai già vivendo,
NO, la subisci, che é ben diverso

L'eccesso delle emozioni è sembre un subirle, la regolazione delle emozioni, il loro equilibrio non può che avvenire dopo una lunga paziente ONESTA introspezione, analisi, messa in discussione...
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

LA PAURA COMPRENDERLA E DISSOLVERLA 29/07/2014 17:40 #31000

  • Cecilia
:lol: :lol:
facciamo cosí, e mi dispiace per tutti coloro che qua sono stati affascinati da Osho,
a me di Osho non me ne frega un accidenti di niente, io l´ho citato, o per meglio ho postato uno dei suoi libri, semplicemente perché faceva al caso mio, che ora non stó a spiegare, che tanto ... chi lo vuole capire lo capisce.

Quindi, in quelle parole tu vedi Osho che le ha scritte io invece vedo solo le parole, riuscendo a dividere il parlante dal parlato.
È chiaro che se tu non hai voglia di farlo, perché só benissimo che ci riusciresti!, non c´é possibilitá di conversazione ;)
ma come non ricordare l'intervista che ti fece Biagi dove senza remore dici, che la tua è una scuola solo per ricchi, perchè i poveri hanno da pensare ad altro...
e cavolo! non glielo vuoi concedere l´onore di essere stato schietto? io direi di sí!
L'eccesso delle emozioni è sembre un subirle, la regolazione delle emozioni, il loro equilibrio non può che avvenire dopo una lunga paziente ONESTA introspezione, analisi, messa in discussione..
.
Questo é il punto ma al giorno d´oggi (cioé da un paio di migliaia di anni) la parola introspezione é come una parolaccia oppure completamente senza significato. Si insegna a mentirsi e a credere alle proprie palle, dalla scuola fino alla morte la gente si racconte palle, le racconta agli altri con la pretesa di essere creduta.


p.s.
Ah, dimenticavo
Clara, sii pietosa. concedi ai ricchi di avere un guru :whistle:
:kiss:
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

LA PAURA COMPRENDERLA E DISSOLVERLA 29/07/2014 17:54 #31001

  • Cecilia
Clara ha scritto:


Il parlar vano c'è, come fai a non sentirlo Cecilia? Non senti che non dice una minchia in realtà...la paura in eccesso impedisce la lucidità, mi sembra ovvio, e mi sembra anche ovvio che il tuo universo interiore sia sempre quello che in quel momento ha paura, Osho ha abbindolato un sacco di giovani ricchi e annoiati con stì discorsetti...

.

mi rifaccio alla frase che ho sottolineato
errore, il proprio universo deve essere cosí forte da non essere o da non diventare quello del momento, in questo caso ... la paura.
L´universo interiore deve poter resistere agli attacchi del momento, la sua struttura deve poter sopportare attacchi improvvisi e spesso deleteri, se questo non é cosí, se non si riesce a raggiungere determinate basi la paura distruggerá tutto o quasi tutto.
E poi ... avere paura di che ? di cosa? :huh:
di vivere? di commettere errori? di assumersi responsabilitá? di cambiare? aver paura di mettere tutto sottosopra per poter cosí rimettere ordine? di rivoluzionare la propria esistenza? di mettersi davanti allo specchio e trovare, magari, quel qualcuno che non si vorrebbe essere? paura di essere delusi? da altri o da se stessi?
ah, la lista é infinitamente lunga ma la paura é sempre una sola, la paura.
Ultima modifica: 29/07/2014 17:57 da Cecilia. Motivo: correzione
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

LA PAURA COMPRENDERLA E DISSOLVERLA 29/07/2014 18:45 #31005

  • Clara
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2975
  • Ringraziamenti ricevuti 1672
Cecilia, secondo me non c'è un universo interiore bello strutturato che possa resistere agli attacchi ecc...., c'è solo il lungo cammino verso le proprie chiarificazioni, è tutta una strada, probabilmente lunga quanto una vita, fatta di volta in volta di nuove acquisizioni, di nuove domande, della ripetizione dei medesimi errori, della risalita, la vita diceva Barthes è cadere sette volte e rialzarsi otto...

Avere paura di cosa dici tu? Le paure sono così tante...e molto differenti, le più difficli da far evaporare sono quelle legate ai traumi, traumi di guerra ad esempio, per dirne una...
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

LA PAURA COMPRENDERLA E DISSOLVERLA 29/07/2014 19:55 #31015

  • Cecilia
Ussignur! siamo giá ai traumi da guerra? :lol: :lol:
scusa se rido ma tu lo sia che io sono fatta cosí, ok, sai benissimo che io non mi riferisco a traumi bensí a quelle paure provocate da situazioni improvvise.
Se vuoi possiamo peró parlare della guerra e anche se io non me la sono vissuta ci posso provare :P
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

LA PAURA COMPRENDERLA E DISSOLVERLA 30/07/2014 00:15 #31026

  • Clara
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2975
  • Ringraziamenti ricevuti 1672
Insomma Cecilia, ho fatto caso che alla fine, noi due, abbiamo sempre a che fare con le endorfine.... :lol:
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Cecilia
Tempo creazione pagina: 0.204 secondi

Salute Natura  Benessere
 

Realizzato un nuovo accordo commerciale! Sconto del 5% su centinaia di prodotti riservato ai foristi ADS. CLICCA per il codice PROMO.

 

arcobalenoErboristeria Arcobaleno

Sconto per lo shopping online. Solo gli iscritti al portale "Alleanza della Salute Forum di Medicina Ortomolecolare" potranno avvalersi di tale sconto che vale l' 8%. CLICCA