Benvenuto, Ospite
Avete una patologia e cercate dei consigli ortomolecolari per risolverla, questa sezione del forum fa al caso vostro.

ARGOMENTO: ARITMIE CARDIACHE. Soluzioni?

ARITMIE CARDIACHE. Soluzioni? 10/07/2016 18:25 #48281

  • Marco R.
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 437
  • Ringraziamenti ricevuti 438
Buongiorno,

mi chiamo Marco, ho 40 anni e 4 anni fà mi è stata riscontrata un'aritmia cardiaca per BAV (blocco atrio ventricolare) di 2° grado.
Avendo avuto in famiglia un caso di infarto e morte prematura (mio nonno è morto all'età di 39 anni di infarto fulminante), si è deciso nel mio caso per l'impianto di un pacemaker bicamerale.

Ho scoperto da poco tempo l'esistenza della medicina ortomolecolare e di questo interessantissimo forum e lo sto studiando meticolosamente... confido nel Vostro aiuto. :)

Da circa un anno mi è stato riscontrato anche un restringimento della vena cava superiore.. che mi porta ad avere giramenti di testa e debolezza... quindi si parla di vasocostrizione.

Inutile dire che l'unica cosa consigliata dai "luminari" è stata cardioaspirina e/o betabloccanti per fluidificare il sangue e scongiurare il pericolo di un coccolone.. Ebbene, la cardioaspirina l'ho presa per 2 settimane e adesso l'ho prontamente cestinata dicendo al luminare di prendersela lui.. nessun beneficio riscontrato e solo effetti collaterali: mal di stomaco e mal di testa. :S

Ho cercato soluzioni alternative non volendo prendere farmaci e ho effettuato una visita dal dott. Giordo come consigliatomi da alcuni di Voi (ringrazio Raffaele). Giordo come sapete è uno dei medici che segue il protocollo Coimbra e oltre alla C mi ha detto di prendere vit. D (dalle analisi sono carente), Gingko biloba (che dovrebbe sostituire la cardioaspirina), Magnesio cloruro e complesso di vit. B

Ora ho iniziato con l'integrare Acido L-ascorbico fino a T.I. assieme al Co Q10 da 100 mg.

Per ora prendo la polvere nella dose di 3gr. x 4 volte al dì, ma una volta terminata la confezione vorrei poi sostituire l'acido ascorbico con un sale (ascorbato di sodio, potassio o magnesio) perchè sento che mi acidifica troppo.

Grazie dell'attenzione, accetto suggerimenti!

Marco R.
"Fa che il Cibo sia la tua Medicina e che la Medicina sia il tuo Cibo" [Ippocrate]
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

ARITMIE CARDIACHE. Soluzioni? 11/07/2016 06:56 #48299

  • Ferruccio
  • Offline
  • Bannato
  • Messaggi: 930
  • Ringraziamenti ricevuti 350
Va premesso che le aritmie cardiache sono quasi sempre
riconducibili alla presenza di tossicità nell'organismo.
Quindi, prima di tutto, va fatta una buona depurazione dell'organismo
per un periodo di almeno 1 mese.

In secondo luogo va controllato il pH dei tessuti,
almeno due volte nel mese.

Terzo, l'organismo ha bisogno di minerali / oligoelementi
che si possono assumere tranquillamente consumando 1 cucchiaino al
giorno, suddiviso nella giornata, di sale dell'Himalaia.

Quarto, pensare allo Iodio:
Lo Iodio stabilizza il ritmo cardiaco, abbassa il colesterolo sierico, abbassa la pressione sanguigna,
ed è noto anche per rendere il sangue più sottile,
questo si verifica dai tempi di coagulazione più lunghi.

Lo Iodio è un bene di vitale importanza per il sistema cardiovascolare.
Se lo Iodio è sufficiente nell’organismo, si avrà un battito cardiaco ritmico stabile.
Direttamente o indirettamente, può normalizzare i livelli di colesterolo nel siero e
normalizzare la pressione sanguigna.
Lo Iodio si attacca ai recettori dell'insulina e migliora il metabolismo del glucosio,
che è una buona notizia per le persone con diabete.
Alimenti con iodio e ricchi di Iodio sono da tempo utilizzati come trattamento
per l'ipertensione e le malattie cardiovascolari;
purtroppo mancano moderni studi che esaminino gli effetti dello Iodio sulle malattie cardiovascolari.

Iodio in quantità adeguata è necessario per la corretta
funzione della tiroide. Il cuore è un organo bersaglio
per gli ormoni tiroidei. Si verificano notevoli cambiamenti
nella funzione cardiaca nei pazienti con ipo- o
ipertiroidismo.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Lina, valpet, Marco R.

ARITMIE CARDIACHE. Soluzioni? 11/07/2016 08:35 #48302

  • Marco R.
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 437
  • Ringraziamenti ricevuti 438
Grazie Ferruccio,

aggiungo che la mia alimentazione è sbilanciata sul consumo di frutta e verdura, cereali integrali, poco pesce e pochissima carne. Niente latte e derivati. Mangio molto poco... spesso anche solo un'insalata mista e frutta durante la giornata (frutta secca compresa). Mangiando molto poco ci sta che la mia dieta vada integrata con supplementi vitaminici/minerali/oligoelementi ed eccomi qua.

Ferruccio ha scritto:
Va premesso che le aritmie cardiache sono quasi sempre
riconducibili alla presenza di tossicità nell'organismo.
Quindi, prima di tutto, va fatta una buona depurazione dell'organismo
per un periodo di almeno 1 mese.
La tossicità presente nel mio organismo può essere riconducibile alle amalgame dentali presenti da decenni (conosco benissimo gli effetti devastanti che il Mercurio rilasciato costantemente ha sull'organismo e in particolare sul cuore essendo uno degli organi bersaglio dove si accumula). Comprese le correnti galvaniche.. Sto provvedendo per la rimozione in ambiente protetto.

Per il resto, avendo un'alimentazione attenta e parca, non penso di essere così "intossicato".. evito le "schifezze" alimentari e conduco una vita sana e senza eccessi.
In secondo luogo va controllato il pH dei tessuti,
almeno due volte nel mese.
.. come si controlla il PH dei tessuti?! Sapevo del PH delle urine...
Terzo, l'organismo ha bisogno di minerali / oligoelementi
che si possono assumere tranquillamente consumando 1 cucchiaino al
giorno, suddiviso nella giornata, di sale dell'Himalaia.

Quarto, pensare allo Iodio:
Lo Iodio stabilizza il ritmo cardiaco, abbassa il colesterolo sierico, abbassa la pressione sanguigna,
ed è noto anche per rendere il sangue più sottile,
questo si verifica dai tempi di coagulazione più lunghi.

Lo Iodio è un bene di vitale importanza per il sistema cardiovascolare.
Se lo Iodio è sufficiente nell’organismo, si avrà un battito cardiaco ritmico stabile.
Direttamente o indirettamente, può normalizzare i livelli di colesterolo nel siero e
normalizzare la pressione sanguigna.
Lo Iodio si attacca ai recettori dell'insulina e migliora il metabolismo del glucosio,
che è una buona notizia per le persone con diabete.
Alimenti con iodio e ricchi di Iodio sono da tempo utilizzati come trattamento
per l'ipertensione e le malattie cardiovascolari;
purtroppo mancano moderni studi che esaminino gli effetti dello Iodio sulle malattie cardiovascolari.
Iodio in quantità adeguata è necessario per la corretta
funzione della tiroide. Il cuore è un organo bersaglio
per gli ormoni tiroidei. Si verificano notevoli cambiamenti
nella funzione cardiaca nei pazienti con ipo- o
ipertiroidismo
.
Pressione e colesterolo sono ok.

Consumo sale dell'Himalaya e sale marino integrale, ma evito il sale con Iodio aggiunto. I valori della tiroide sono nella norma... anche se ho un piccolo nodulo tiroideo, pensano sia una ciste...
"Fa che il Cibo sia la tua Medicina e che la Medicina sia il tuo Cibo" [Ippocrate]
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Lina

ARITMIE CARDIACHE. Soluzioni? 11/07/2016 14:17 #48312

  • Ferruccio
  • Offline
  • Bannato
  • Messaggi: 930
  • Ringraziamenti ricevuti 350
Marco

l'accumulo di tossicità nell'organismo avviene nel corso del tempo, degli anni,
e tanto più si somma con le tossicità derivate dalle amalgame.

Lo iodio è un ottimo chelante per il mercurio
e se mantieni un organismo pulito attivando il fegato
con estratto di carciofo,
bevi molta acqua, frequentemente nella giornata,
fai uso di succo di limone
e controlli il pH dei tessuti, che poi è quello delle urine,
mantenendolo intorno a 7 - 7,3
potrai stare tranquillo mangiando anche un poco di tutto
perchè l'organismo ha bisogno di tante fonti da cui attingere.


Con lo iodio sparirà anche il nodulo.








h
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Lina, valpet, Marco R.

ARITMIE CARDIACHE. Soluzioni? 11/07/2016 17:48 #48319

  • Alernd
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 662
  • Ringraziamenti ricevuti 689
Ciao Marco, benvenuto,

oltre alla vit. C e a ad un multivitaminico a dosaggi ortomolecolari (che contiene tra le altre cose lo iodio di cui parla Ferruccio), le sostanze che hanno un'azione antiaritmica specifica sono:

- Magnesio, (almeno 500mg di magnesio elementare al giorno)

-Potassio (devi verificare i livelli di potassio nel sangue per vedere se vi sono eventuali carenze e integrare se necessario)

-Olio di pesce, circa 2000mg EPA/1500mg DHA al giorno

-Taurina (da 4gr fino a 20gr al giorno), da sola o in accoppiata con L-arginina (4-6 gr) al giorno. Uno studio medico riporta numerosi casi di persone che hanno avuto una notevole o totale remissione dei sintomi dell'aritmia, assumendo Taurina e - qualora non fosse stato sufficiente- integrando anche con l' Arginina:

Elimination of cardiac arrhythmias using oral taurine with L-arginine with case histories:
hypothesis for nitric oxide stabilization of the sinus node
george-eby-research.com/html/taurine-l-a...ine-arrhythmias.html
(se non conosci l'inglese usa l'ottimo servizio google translate).

ciao

ps: l'assunzione di Taurina va fatta incrementando gradualmente le dosi.
Codice campagna 11627758 - da inserire in fase di acquisto - per beneficiare di un extra sconto del 5% sul sito www.lifeextensioneurope.it
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: miciofelix, Marco R.

ARITMIE CARDIACHE. Soluzioni? 11/07/2016 17:55 #48321

  • Ferruccio
  • Offline
  • Bannato
  • Messaggi: 930
  • Ringraziamenti ricevuti 350
Alernd

bisogna andare cauti con il potassio. Lo tralascerei in tali consigli.

Molte persone presentano eccesso di potassio e non sanno di avere tale eccesso.
In altri casi ci sono persone che lo accumulano in continuazione
ed è motivo di pericolo di vita.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Marco R.

ARITMIE CARDIACHE. Soluzioni? 11/07/2016 19:35 #48323

  • Marco R.
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 437
  • Ringraziamenti ricevuti 438
Alernd ha scritto:
Ciao Marco, benvenuto,

-Taurina (da 4gr fino a 20gr al giorno), da sola o in accoppiata con L-arginina (4-6 gr) al giorno. Uno studio medico riporta numerosi casi di persone che hanno avuto una notevole o totale remissione dei sintomi dell'aritmia, assumendo Taurina e - qualora non fosse stato sufficiente- integrando anche con l' Arginina:

ps: l'assunzione di Taurina va fatta incrementando gradualmente le dosi.
Ciao Alernd, grazie sia per il benvenuto che per la dritta! ;)

Seguendo i dosaggi riportati in Tabella 4 di Linus Pauling, l'unico dubbio è sulle dosi di Taurina e L-Arginina da te consigliate:

Pauling suggerisce sia per la Taurina che per la L- Arginina dosaggi da 333 mg fino a 1 gr. (clicca link)

Ho letto l'articolo che riporti.. non ti sembrano troppi? :? Pensavo bastassero i dosaggi riportati in Tabella 4.
"Fa che il Cibo sia la tua Medicina e che la Medicina sia il tuo Cibo" [Ippocrate]
Ultima modifica: 11/07/2016 19:47 da Marco R..
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

ARITMIE CARDIACHE. Soluzioni? 12/07/2016 00:17 #48330

  • Alernd
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 662
  • Ringraziamenti ricevuti 689
@ Ferruccio: tutti d'accordo sul fatto che un eccesso di potassio possa dar luogo ad effetti collaterali anche gravi.
infatti io ho appositamente specificato che è necessario prima sottoporsi ad un esame per verificare i livelli nel sangue ed integrare ad hoc solo in caso di carenza. Il potassio è fondamentale per garantire la stabilità elettrica cardiaca e sia una sua deficenza che un suo eccesso contribuiscono allo sviluppo di aritmie. Per questo è importante investigare in tal senso.

@ Marco: i dosaggi degli aminoacidi che riporti vanno bene nell'ambito di un protocollo di prevenzione. Per ottenere determinati effetti terapeutici sono necessari invece dosaggi ben superiori. I potenziali effetti collaterali, anche ai dosaggi che ho indicato, sono comunque rari e, quando presenti, di modesta entità.
Codice campagna 11627758 - da inserire in fase di acquisto - per beneficiare di un extra sconto del 5% sul sito www.lifeextensioneurope.it
Ultima modifica: 12/07/2016 00:21 da Alernd.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: miciofelix, valpet

ARITMIE CARDIACHE. Soluzioni? 12/07/2016 10:16 #48341

  • Marco R.
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 437
  • Ringraziamenti ricevuti 438
@Alernd: ho infatti inserito nelle prossime analisi del sangue i livelli di sodio e potassio e anche la Taurina (sangue e urine).

C'è qualche altro valore sul quale dovrei indagare per quanto riguarda Aritmia/problemi cardiocircolatori?
"Fa che il Cibo sia la tua Medicina e che la Medicina sia il tuo Cibo" [Ippocrate]
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

ARITMIE CARDIACHE. Soluzioni? 12/07/2016 11:39 #48345

  • Alernd
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 662
  • Ringraziamenti ricevuti 689
Ciao Marco,

ci sono tanti esami utili che ti possono dare indicazioni sullo stato di salute cardiovascolare e che andrebbero effettuati con cadenza regolare. Oltre all' ecocardiografia con colordoppler e ai classici esami che vanno a misurare ves, elettroliti, profilo lipidico, glicemia, dosaggio ormoni tiroideii, il cardiologo ortomolecolare Dr. Sinatra ( di cui ti consiglio di leggere i libri) consiglia anche:

- CRP (proteina c reattiva), che è un marcatore dell'infiammazione/disfunzione endoteliale. Alti livelli sono associati ad un aumento del rischio di infarto e malattie vascolari periferiche

- Lp-PLA2, un'altro marcatore specifico delle infiammazioni vascolari. Qua trovi l'elenco dei laboratori in Italia che effettuano questo test: www.plactest.it/laboratori-convenzionati

- omocisteina: altro marcatore dello stato di infiammazione generale e cardiovascolare.

- rapporto omega 6 - omega 3: la sovrabbondanza di acidi grassi omega 6 attiva dei processi infiammatori che incrementano il rischio di patologie cardiovascolari.

- testosterone libero/totale: secondo numerosi studi, bassi livelli di testosterone nell'uomo aumentano il rischio di infarto e attacchi cardiaci

- estrogeno: nell'uomo un eccesso di estrogeni è collegato ad un aumento dei valori di CRP, alla formazione di coaguli di sangue nelle arterie, ad attacchi cardiaci ed infarto.


ciao
A.

ps: la taurina non è necessario misurarla.
pps: letture consigliate The Sinatra Solution del Dr. Sinatra;
Se conosci l'inglese c'è anche questo testo molto interessante scritto da un'altro medico cardiologo ortomolecolare, il Dr Levy Stop Americas N1 Killer
Codice campagna 11627758 - da inserire in fase di acquisto - per beneficiare di un extra sconto del 5% sul sito www.lifeextensioneurope.it
Ultima modifica: 12/07/2016 11:50 da Alernd.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: miciofelix, valpet, Marco R.

ARITMIE CARDIACHE. Soluzioni? 12/07/2016 13:52 #48346

  • CMN
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Deus laudetur
  • Messaggi: 703
  • Ringraziamenti ricevuti 516
Marco R. ha scritto:
Buongiorno,

mi chiamo Marco, ho 40 anni e 4 anni fà mi è stata riscontrata un'aritmia cardiaca per BAV (blocco atrio ventricolare) di 2° grado.
Avendo avuto in famiglia un caso di infarto e morte prematura (mio nonno è morto all'età di 39 anni di infarto fulminante), si è deciso nel mio caso per l'impianto di un pacemaker bicamerale.

Ho scoperto da poco tempo l'esistenza della medicina ortomolecolare e di questo interessantissimo forum e lo sto studiando meticolosamente... confido nel Vostro aiuto. :)

Da circa un anno mi è stato riscontrato anche un restringimento della vena cava superiore.. che mi porta ad avere giramenti di testa e debolezza... quindi si parla di vasocostrizione.

Inutile dire che l'unica cosa consigliata dai "luminari" è stata cardioaspirina e/o betabloccanti per fluidificare il sangue e scongiurare il pericolo di un coccolone.. Ebbene, la cardioaspirina l'ho presa per 2 settimane e adesso l'ho prontamente cestinata dicendo al luminare di prendersela lui.. nessun beneficio riscontrato e solo effetti collaterali: mal di stomaco e mal di testa. :S

Ho cercato soluzioni alternative non volendo prendere farmaci e ho effettuato una visita dal dott. Giordo come consigliatomi da alcuni di Voi (ringrazio Raffaele). Giordo come sapete è uno dei medici che segue il protocollo Coimbra e oltre alla C mi ha detto di prendere vit. D (dalle analisi sono carente), Gingko biloba (che dovrebbe sostituire la cardioaspirina), Magnesio cloruro e complesso di vit. B

Ora ho iniziato con l'integrare Acido L-ascorbico fino a T.I. assieme al Co Q10 da 100 mg.

Per ora prendo la polvere nella dose di 3gr. x 4 volte al dì, ma una volta terminata la confezione vorrei poi sostituire l'acido ascorbico con un sale (ascorbato di sodio, potassio o magnesio) perchè sento che mi acidifica troppo.

Grazie dell'attenzione, accetto suggerimenti!

Marco R.

Ciao Marco,
Pur non avendo una vera aritmia, anche io avevo extrasistoli molto fastidiose che mi preoccupavano perché nessun cardiologo aveva proposto qualcosa di utile se non l'installazione (futura) di un defibrillatore, la mia ipotesi dell'insorgenza di questo disturbo era il fatto che da molti anni prendevo betabloccanti che mi avevano completamente intossicato.
nel tempo avevo sperimentato vari rimedi naturali di scarsa efficacia per questo problema: TM o MG di olivo, biancospino, aglio, curcuma.
Ma la vera soluzione per me è stata il Ganoderma lucidum: dopo essermi fatto 2 confezioni da 60 capsule con polvere del fungo,
NON HO PIU' AVUTO NESSUN DISTURBO e non ho più avuto bisogno neppure del fungo, che, secondo l'ipotesi avrebbe rimosso l'intossicazione accumulata.
Non so se l'esperienza ti può essere utile. Se hai domande non esitare.
Rudy
Rudy - I care
Ultima modifica: 12/07/2016 13:54 da CMN.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: valpet, Marco R.

ARITMIE CARDIACHE. Soluzioni? 12/07/2016 14:23 #48347

  • CMN
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Deus laudetur
  • Messaggi: 703
  • Ringraziamenti ricevuti 516
Aggiungo anche che avevo provato senza successo anche Taurina e sedano (mai però l'arginina).
Rudy
Rudy - I care
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

ARITMIE CARDIACHE. Soluzioni? 13/07/2016 22:19 #48391

  • yagoo40
  • Offline
  • Amministratore
  • Messaggi: 1929
  • Ringraziamenti ricevuti 943
Ciao Marco,
Come procede? :)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

ARITMIE CARDIACHE. Soluzioni? 14/07/2016 13:00 #48402

  • Marco R.
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 437
  • Ringraziamenti ricevuti 438
yagoo40 ha scritto:
Ciao Marco,
Come procede? :)
Ciao! Procede che ho un pò di difficoltà a capire quale sia la mia TI della C!

Una cosa però l'ho capita: l'Acido Ascorbico mi acidifica troppo sia il cavo orale che a livello tissutale (dal Ph delle urine).

Quindi ho deciso di muovermi in questo senso:

1) provo ad aggiungere a ogni dose di AA (3 gr. x 4 volte al dì) un pizzico di bicarbonato di sodio;

2) se dovesse ancora darmi fastidio, passo all' Ascorbato di sodio.

Non vedo l'ora che arrivi sta benedetta TI.. perchè ormai aumentare in continuazione la dose mi pesa parecchio.

Da dove deriva la mia difficoltà a capire la TI? Perchè ho avuto un sintomo di diarrea ieri dopo la 2° dose appena ho aggiunto bicarbonato di sodio (quindi ad appena 6 gr. di C). Ho continuato con altri 3 gr. a distanza di 4 ore e li ho retti bene.. e altri 3 gr. la sera e tutto ok... sempre per un Totale di 12 gr. a fine giornata.
Allora mi sono chiesto se fosse il bicarbonato di sodio ad avermi provocato la scarica, ma mi è stato confermato che quest'ultimo non è la causa.
Se avessi raggiunto la TI dopo appena 6 gr. non ha senso, quando ne assumo 12 gr. al giorno, capite?Mi chiedo allora da cosa sia stata causato quell'episodio di dissenteria.. per forza deve essere la C.

Non vorrei superare la dose di 12 gr. al giorno. Confuso e ancora in fase sperimentale.
"Fa che il Cibo sia la tua Medicina e che la Medicina sia il tuo Cibo" [Ippocrate]
Ultima modifica: 14/07/2016 13:04 da Marco R..
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

ARITMIE CARDIACHE. Soluzioni? 14/07/2016 15:05 #48404

  • yagoo40
  • Offline
  • Amministratore
  • Messaggi: 1929
  • Ringraziamenti ricevuti 943
Ciao Marco,
continua ad aumentare la dose di AA, sia pur stemperata dal BDS, fino a che non arriveranno i sintomi che sai.
Perché dovresti limitarti nella sua assunzione se ti apporta solo benefici?
Vai avanti ;)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

ARITMIE CARDIACHE. Soluzioni? 01/09/2016 15:39 #49374

  • Marco R.
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 437
  • Ringraziamenti ricevuti 438
Ciao ragazzi,

a proposito del coenzima Q10, sappiamo che è presente nella forma Ubichinone e nella sua forma ridotta Ubichinolo..

Ora l'Ubichinolo è maggiormente biodisponibile e cambiano i dosaggi tra una forma e l'altra. In quale ordine di misura?

Dovrei prendere 300 mg al giorno di Q10 (nella forma Ubichinone) in pastiglie da 100 mg l'una suddivise in 3 volte al dì; a quanto Ubichinolo corrisponderebbe se decidessi di prendere questa forma? Parliamo sempre di softgels da 100 mg l'una.

Grazie :)
"Fa che il Cibo sia la tua Medicina e che la Medicina sia il tuo Cibo" [Ippocrate]
Ultima modifica: 01/09/2016 15:40 da Marco R..
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.205 secondi

Salute Natura  Benessere
 

Realizzato un nuovo accordo commerciale! Sconto del 5% su centinaia di prodotti riservato ai foristi ADS. CLICCA per il codice PROMO.

 

arcobalenoErboristeria Arcobaleno

Sconto per lo shopping online. Solo gli iscritti al portale "Alleanza della Salute Forum di Medicina Ortomolecolare" potranno avvalersi di tale sconto che vale l' 8%. CLICCA