Benvenuto, Ospite
La Medicina Ortomolecolare è una pratica terapeutica che si basa sull'introduzione della quantità ideale di nutrimenti nella dieta che mira a perseguire il livello di salute ottimale attraverso il riequilibrio dell'assetto biochimico.
  • Pagina:
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: Triptofano fibromialgia e intestino

Triptofano fibromialgia e intestino 2 Anni 6 Mesi fa #3704

  • Clara
  • ADESSO ONLINE
  • Moderatore
  • bacetti
  • Messaggi: 1811
  • Ringraziamenti ricevuti 761
  • Karma: 22
Posto queste interessanti considerazioni di Mainardi:

Vorrei esprimere la mia idea sulla fibromialgia.

Sono un chimico universitario che dall'anno della sua laurea, 1981, lavora in un centro per l'epilessia. Negli anni '90 abbiamo contribuito a dimostrare ceh i farmaci antidepressivi SSRIs sono anche anticonvulsivi, erano ritenuti proconvulsivi. Per confermare questi ns risultati ho identificato in una sieroporteina del latte, l'alfa-lattoalbumina, un agente in grado di potenziare la serotonina cerebrale, quindi di facilitare il controllo delle crisi. i risultati ottenuti sia clinici che su modelli sperimentali l'hanno fatta entarre nei programmi di screening nuovi farmaci dell'NIH (USA) (non è semplice entrarci).

Avevo individuato questa proteina in quanto studi del nutrizionsita olandese markus dimostravno che era effettivamente in grado di aumentare il rapprto plasmatico del triptofano (trp) su i suoi competitori alla captazione cerebrale i LNAAs (tyr val met iso leu phe), da cui dipende la captazione cerebrale di trp e quindi la sintesi cerebrale di serotonina. Il trp è l solo precursore della serotonina.
In effetti bassi livelli di trp sono riprotati nei pazienti epilettici, ed io avevo valutato una riduzione di un terzo nella captazione cerebrale di apzienti epilettici.
Nel 2005 Jobe su J nerochem, citando i ns lavori, conferma l'azione anticonvulsiva degli SSRIs. Lo stesso Jobe nel 1992 aveva trovato bassi livelli di trp nei apzienti con fibromialgia!
Yunus MB, Dailey JW, Aldag JC, Masi AT, Jobe PC. Plasma tryptophan and other amino acids in primary fibromyalgia: a controlled study. J Rheumatol 1992;19:90–4.

Cosa è che accomuna l'epilessia e la fibromialgia? il trp controlla la sintesi cerebrale dei neuropeptidi, tra cui l'NPY che è stato efinito un anticonvulsivo endogeno per la sua potente azione anticonvusliva se iniettato nel cervello di animali, ma l'NPY è legato alla trasmissione del dolore. Aumentare il suo livello cerebrale aumenta la soglia del dolore.

Perchè ci sono bassi livelli plasmatici di trp nell'epilessia, nella depressione, nella sclerosi multipla, nella fibromialgia e in altre patologie neurologiche?
Una eccessiva decrabossilazione intetsinale può essere la causa, una alterazione della flora batterica produce una elavata decarbossilazione degli ammino acidi proteici, il trp è decarbossilato a indolo e scatolo, i cui livelli urinari sono marker della disbosi.

La proteina da me identificata in quanto ricca di trp e povera dei suoi competitori in realtà è un potente probiotico intetsinale. Il suo primo compito nel latte materno (costituisce il 40% delle proteine del colostro) è quello di attivare i processi assorbitivi intetsinali, diminuendo la permeabilità intetsinale e attivando una corretta flora. Diversi studi mostrano la capacità di questa proteina di correggere il pH intetsinale, stimolare la secrezione di muco e il rilascio di prostaglandine nell'intestino, hanno azioni di rinforzo e rpotettive della membrana intetsinale, etc.

Lo so, sembra tutto molto semplice, ma anche controllare le crisi nei pazienti farmacoresistenti sembrava difficile e i risultati ottenuti sono strabilianti. Inoltre non ci sono effetti collaterali, potenzia le funzioni cognitive, migliora la qualità del sonno, tutte azioni documentate da studi scientifici controllati

Non sono un esperto di fibromialgia, le mie idee nel campo dell'epilessia stannor iscuotendo successo nel mondos cientifico, importanti riviste mi chedono di scrivere review, l'elsevier mi offre addirittura di scrivere un libro con chi voglio su cosa voglio).

Sono arrivato alla fibromialgia seguendo il dolore, alcuni crisi convulsive sono scatenate dalla percezione del dolore, la trasmissione del dolore è coinvolta nella cefalea muscolo tensiva, patologia dove di nuovo questa sieroproteina, a detta dei emdici che l'hanno proposta, sembra dare risultati interessanti.

E' stato proprio questo ampio spettro d'azione che mi ha stimolato a dapprofondire, intuendo ceh le azioni sono solo a livell inttsinali, ben chiare e ben riprotate in letteratura. Il dolore e la fatica sono segnali interconnessi, il sintomo della fatica è presente in molte patologie neurologiche, ma tutte possono essere relazionate al livello di NPY.

dephour dimostra che provocando processi infiammatori intetsinali si diminusice la soglia convuliva in animali sottoposti ad agenti epilettogeni. L'infiammazione intestinale rpoduce una disbiosi quindi uan diminuzione di trp e una conseguenete diminuzione di NPY cerebrale.

Circa il 95% della serotonina del ns corpo è sintetizzata nell'intestino. Nonostante svolga molteplici ruoli nel ns corpo e sia di conseguenza legata a molte patologie, il suo livello libero è fortemente controllato. Nel cervello viene sintetizzata in apposite micelle all'interno dei neuroni, questo fondendosi nella membrana neuronale rilasciano il loro contenuto in uno spazio ristretto congiungente 2 neuroni, la sinapsi, una specie di bottone. Appena rilasciata il neurone pre-sinaptico (a monte) inizia a ricaptarla e re-inserirla nelle micelle, sia per ridurre la necessità di nuova sintesi, ma anche per evitare che fuoriesca dalle sinapsi e finisca negli spazi extracellulari dove è neurotossica! A livello intestinale, invece, viene rilasciata nel torrente circolatorio, ma le piastrine la sequestrano ed è questo legame che effettua il controllo del livello ematico libero. Se la concentrazione plasmatica rimane entro certi livelli, la serotonina non è in grado di attraversare la barriera ematoencefalica, ma se supera un valore soglia, permea finendo negli spazi extracellulari. I farmaci SSRIs, assunti oralmente, agiscono prima sul cervello enterico, identico al cervello, quindi, inibendone la ricaptazione aumentano la serotonina plasmatica, facilitando il suo passaggio della barriera emato encefalica, quindi la sua azione neurotossica. Questo è il motivo degli effetti collaterali dei farmaci SSRIs.

In base all'importanza della serotonina negli anni '80 è stato proposto il triptofano e/o il 5-idrossi-trp, ma già allora era noto che gli ammino acidi liberi non vengono assorbiti dal sistema gastrointestinale, in quanto non riconosciuti come nutrienti. Il 75% del trp assunto oralmente è escreto con le feci.
Un unico lavoro, a fronte dei 14 milioni di persone al mondo che assumeva trp o 5-idrossi-trp, gli stessi autori se ne meravigliano, riporta che per studiare il destino metabolico nell'uomo, hanno dovuto somministrarlo in vena con flebo, altrimenti, nonostante usassero trp marcato, assunto oralmente non riuscivano a determinarlo. Questi stessi autori confermano che iniettato in vena diminuisce il livello degli altri large neutral amino acids (LNAAs, tyr, val, met, ILE Leu, Phe) ce competono con il trp per la captazione cerebrale. Infatti è noto che il trp stimola la sintesi di neuropeptidi che sono costituiti principalmente da LNAAs.

Tornando alla "mia" epilessia, studi su animali mostravano chiaramente che se il trp è iniettato in vena ha una potente azione anticonvulsiva, mentre assunto oralmente questa sua efficacia scompare.
Durante una mia lezione al MINCEP di Minneapolis, uno dei più grossi centri per l'epilessia al mondo, diretto da Leppik, mi è stato chiesto come mai nelle crisi di grande male non venga allora iniettato in vena trp. La mia risposta, ricordando che sono un chimico, è stata, già me lo chiedo anch'io.

La stessa efficacia che si ha se si inietta nel cervello, di animale, l' NPY. Il 30% degli ammino acidi che costituiscono l'NPY sono LNAAs, la sua sintesi è stimolata dal trp plasmatico, direttamente nell'ipotalamo, tramite il sistema neuroendocrino.

L'NPY, secondo me, rappresenta l'anello di congiunzione tra epilessia, cefalee muscolo tensive, CFS e fibromialgia, ma l'affaticamento è presente anche in altre patologie neurologiche.

Una bassa soglia del dolore e un facile affaticamento sono dovute ad un basso livello cerebrale di NPY, che è basso per uno scarso assorbimento intestinale del trp. I risultati su scatolo urinario o elevata permeabilità intestinale in patologie come la sclerosi multipla, indicano la presenza di una banale, scusatemi il termine, disbiosi intestinale che produce un'elevata decarbossilazione degli amino acidi proteici, l trp in indolo scatolo i cui livelli urinari sono marker della disbiosi.

I bassi livelli di trp plasmatico, a cui corrisponde poca serotonina cerebrale, ma, forse più importante nella FBM, scarsi livelli cerebrali di NPY, non sono dovuti ad uno scarso assorbimento, ma ad un eccessivo "spreco" per decarbossilazione.

Se avete voglia fatevi determinare lo scatolo e l'indolo, in realtà nell'urine l'indolo si coniuga ad indicano, nelle prime urine del mattino. Li troverete elevati. Per determinare la permeabilità intestinale è sufficiente bere una soluzione di 2 zuccheri, il lattulosio, una grossa molecola, e il mannitolo, piccolo. Il rapprto L/M nelle urine dopo 6 ore la somministrazione, misura la permeabilità.

Recenti lavori dimostrano che un trauma cranico provoca, dopo 3 giorni (!), il collasso della membrana intestinale. Sia un danno fisico, che funzionale: una elevata permeabilità. Dato che il 90% dello scambio di informazione tra i ns 2 cervelli va dall'intestino al cervello non è impensabile che un danno intestinale possa procurare un danno fisico e funzionale nel cervello. L'elevata capacità a comunicare è dimostrata dal fatto che le quantità di ulcere indotte nell stomaco, di animale, con acido cloridrico sono state riportate dipendere, in maniera dose dipendente, dalla quantità di agente epilettogeno somminstrato intracerebroventricolarmente nel cervello!
Un importante ricercatore iraniano, Dephour, ha dimostrato che topi a cui è stata procurata una infiammazione intestinale somministrando un olio urticante, l'olio di crotonitiglio, presentano più crisi convulsive se sottoposti a modelli di epilessia sperimentale. L'infiammazione intestinale riduce la soglia convulsiva, allo stesso modo riduce la soglia del dolore.

Il segnale nootropico del dolore è un segnale per la ns difesa, se il dolore è acuto, ci induce ad attuare misure per sottrarci alla fonte del dolore, se si mantiene costante, abbiamo tutta una serie di meccanismi molecolari atti ad aumentare la ns soglia. Tra questi sono famose l'endorfine, da morfine endogene, sostanze che agendo sui recettori dell'oppio, placano il dolore. L'agopuntura stimola la sintesi di endorfine, quindi elimina il dolore. L'NPY è la principale endorfina cerebrale.

Il mio invito è quello di curare l'intestino, con i suoi 300 m2 riveste il ruolo di una pelle interna. Le sue cellule sono molto simili a quelle della pelle. La pelle è completamente permeabile, l'intestino ha una permeabilità selettiva, ma come la pelle deve essere in grado di difenderci dai numerosi agenti che lo attaccano: agenti patogeni, additivi alimentari, farmaci, ma anche lo stress è riportato capace di modificare la ns flora batterica. Anche questo nasce come ns difesa, liberarci da carichi digestivi in caso di pericolo è fondamentale per poter decidere in poco tempo tra scappa o combatti e mettere al massimo di giri il ns corpo per avere l'energia necessaria in entrambe le scelte. frasi come farsela addosso dalla paura o vomitare dallo spavento non sono causali. La scarica adrenalinica che aumenta la respirazione, i battiti cardiaci etc, stimola potenziali agenti patogeni intestinali che ci "liberano" dai processi digestivi. "perchè le zebre non si ammalano di ulcera" è un libro di un biologo che collega molti ns mali al fatto che nella vita moderna incontriamo troppo spesso il leone, lo stress da acuto diventa cronico. Io mi permetto di aggiungere che a peggiorare le cose c'è un intestino reso più debole dai vari fattori disbiotici. Oggi patologie come intolleranze, allergie sono in notevole aumento. L'autismo è passato da 1 su 10000 all'1% in pochi anni.

Nuove patologie emergenti sono la CFS e la FBM. Curiosamente Mr Parkinson, nel lavoro originale, riporta che tutti i pz da lui osservati hanno problemi gastrointestinali (GI), il 60% dei depressi ha problemi GI contro il 30% della popolazione depressi inclusi, così l'autismo, la sclerosi multipla e anche CSf e FBM.

Forse non è un caso, ma la causa.

Noi deriviamo dalle scimmie, la ns dieta originale era la frutta, ricca di fibre, polisaccaridi insolubili. Le fibre insolubili non vengono scisse negli zuccheri costituenti dagli enzimi, arrivano integre nel colon dove fermentano dando origine ad acidi grassi a corta catena (butirrato di sodio) che sono i nutrienti principali delle cellule intestinali. Una dieta povera di fibre indebolisce l'intestino in quanto le cellule muoiono di fame.
Il colon è un biofermentatore se non è alimentato correttamente va in sofferenza.

Sono spesso invitato a tenere lezioni anche sulla nutraceutica, o meglio sulle interazioni nutrienti intestino e mi capita di rabbrividire sentendo nutrizionsiti che suggeriscono di eliminare la frutta in quanto fermenta. Se la fermentazione della frutta produce gas, signiifca che siamo in presenza di disbiosi, di flora alterata. nella corretta flora batterica la frutta NON DEVE dar problemi. Eliminandola si riduce la produzione di gas, ma non si risolve il problema, anzi si indebolisce l'intestino. Questo vale per qualisiasi alimento che crea fenomeni di allergia o intolleranza, evitarlo non risolve il problema, riduce la sintomatologia.

Così come suggeriscono di eliminare i grassi dalla dieta. Per ottobre Epilepsy Res mi ha chiesto una review sulla dieta chetogena una dieta ricca di grassi e povera di carboidrati, nata negli anni '20 per la cura dell'epilessia, riproposta negli anni '90 grazie al figlio di un regista americano, farmacoresistente, che ha ottenuto il controllo delle crisi solo con questa dieta. Il padre ha girato un film con Meryl Streep (First don't harm). Ancora oggi studiata e applicata, a Baltimora c'è il più grosso centro al mondo su questa dieta diretta da Kossov, con il quale ho avuto uno scambio di email in occasione della pubblicazione di un mio lavoro dove sostengo che non siano i chetoni i responsabili dell'effetto anticonvulsivo, bensi la stimolazione della sintesi di neuropeptidi cerebrali, in analogia con il tro e/o la serotonina. Infatti i grassi ripristinano una corretta flora intestinale, riducono la disbiosi, quindi aumentano il trp plasmatico e l'NPY cerebrale.

Oggi sono affascinato dalla possibilità di innescare dei meccanismi endogeni di controllo cerebrale, attraverso delle semplici stimolazioni intestinali rispetto a studiare farmaci che arrivino al cervello e svolgano complesse funzioni sulle correnti ioniche. Per poi scoprire come per gli SSRIs che queste funzioni non sono svolte a livello cerebrale.
E' la stessa differenza tra scrivere un programma in linguaggio macchina o in basic, con la differenza che i sistemi di controllo endogeni sono molto efficaci e privi di effetti collaterali.

Io sono convinto che ripristinare dei corretti processi assorbitivi intestinali riduca le sintomatologie e le faccia scomparire.
Sono arrivato a queste conclusione "costretto" dai risultati ottenuti nell'epilessia. Moltissime persone mi hanno riferito che prima di ottenere il controllo delle crisi con la proteina da me scelta in quanto ricca di trp (l'alfa-lattoalbumina), successivamente scoperta essere un potente probiotico intestinale, avevano migliorato i disturbi intestinali, problemi che non erano nemmeno stati riportati prima. Successivamente, questo anche a distanza di un anno un anno e mezzo, scomparivano allergie o intolleranze, entrambe dovute ad elevata permeabilità intestinale.

Mi permetto di scrivere qui queste mie riflessioni, in quanto i sembra che i vs sintomi no siano giustamente considerati e trovo scandaloso che la medicina oggi continui ad utilizzare il termine psicosomatico, sottonitendendo di natura psichica, quando:
uno studio su 10 anni di sperimentazioni cliniche fatte dalla FDA sui farmaci SSRIs dimostra che il farmaco ha lo stesso effetto del placebo (50% di risposta al farmaco). Lo stesso tipo di studio sull'artrite reumatoide dimostra una risposta al placebo del 30%, ma nel sottogruppo di paz che hanno avuto una risposta posiitva ai farmaci negli anni precedenti, questa percentuale sale all'80%!!!! l'80% se ben disposto al farmaco guarisce senza farmaco.
Nella sindrome di Crown è stato riportato il ripristino di una corretta flora intestinale anche in coloro che rispondono la placebo.

Comprendo che la mia posizione di ricercatore, per di più chimico, quindi senza attività clinica, mi pone in posizione di vantaggio rispetto al medico che passa ore in ambulatorio nel suo studio privato, ma non si possono ignorare risultati così importanti presenti in letteratura, che modificano completamente il panorama.
Su uno stesso numero di Nature del 2009 c'erano ben 3 lavori sull'asse intestino-stomaco-cervello, sono convinto che solo studiando le interazioni, lo scambio di informazioni, tra i ns organi potremo effettuare un passo avanti nella medicina.
I saggi dell'antichità che prendevano la bontà come loro metodo di vita erano così profondi che nessuno poteva sondare la loro mente, si muovevano cautamente come chi guada il...
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
I seguenti utenti ringraziano:: sampei

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 8 Mesi fa #15995

  • Clara
  • ADESSO ONLINE
  • Moderatore
  • bacetti
  • Messaggi: 1811
  • Ringraziamenti ricevuti 761
  • Karma: 22
Io sono convinto che ripristinare dei corretti processi assorbitivi intestinali riduca le sintomatologie e le faccia scomparire.
Sono arrivato a queste conclusione "costretto" dai risultati ottenuti nell'epilessia. Moltissime persone mi hanno riferito che prima di ottenere il controllo delle crisi con la proteina da me scelta in quanto ricca di trp (l'alfa-lattoalbumina), successivamente scoperta essere un potente probiotico intestinale, avevano migliorato i disturbi intestinali, problemi che non erano nemmeno stati riportati prima. Successivamente, questo anche a distanza di un anno un anno e mezzo, scomparivano allergie o intolleranze, entrambe dovute ad elevata permeabilità intestinale.

Di recente ho visto alcune persone che soffrivano in modo cronico di gravi intolleranze alimentari, quasi celiaci, ristabilirsi dopo solo tre mesi di integrazione alfalattoalbumina
I saggi dell'antichità che prendevano la bontà come loro metodo di vita erano così profondi che nessuno poteva sondare la loro mente, si muovevano cautamente come chi guada il...
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 8 Mesi fa #16016

  • lord_vivec
  • OFFLINE
  • Gold Boarder
  • sono "lordvivec" del vecchio forum
  • Messaggi: 223
  • Ringraziamenti ricevuti 37
  • Karma: 4
è interessante, ma un pò lunghetto e complicato... (sai com è, non è che ci si può specializzare a capire tutto...)
Per favore, potresti fare una piccola sintesi?

Cioè, in sostanza riparando eventuali problemi alle pareti intestinali, si assorbe meglio il triptofano e quindi scende depressione, fibromiaglia ecc? (che come sai, sono problemi che ho)

Che altro si può fare?
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 8 Mesi fa #16020

  • Clara
  • ADESSO ONLINE
  • Moderatore
  • bacetti
  • Messaggi: 1811
  • Ringraziamenti ricevuti 761
  • Karma: 22
Lord posso dirti che l'effetto di serplus (alfalattoalbumina) sull'umore, depressione ecc. è forte, così come per i problemi che ho sottolineato prima.Sintetizzando.Gli effetti però non si fanno sentire prima di una ventina di giorni dall'inizio della cura.
I saggi dell'antichità che prendevano la bontà come loro metodo di vita erano così profondi che nessuno poteva sondare la loro mente, si muovevano cautamente come chi guada il...
Ultima modifica: 1 Anno 8 Mesi fa da Clara.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 8 Mesi fa #16021

  • pacio
  • OFFLINE
  • Bannato
  • Messaggi: 573
  • Ringraziamenti ricevuti 73
  • Karma: -37
a me invece fà effetto subito e poi non mi fà piu nulla.
eppoi costa un botto , forse è meglio il biozz
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 8 Mesi fa #16024

  • pacio
  • OFFLINE
  • Bannato
  • Messaggi: 573
  • Ringraziamenti ricevuti 73
  • Karma: -37
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 8 Mesi fa #16028

  • Clara
  • ADESSO ONLINE
  • Moderatore
  • bacetti
  • Messaggi: 1811
  • Ringraziamenti ricevuti 761
  • Karma: 22
xPacio, il serplus va preso generalmente per due mesi, il primo mese due bustine al giorno e il secondo una bustina al giorno, poi si fa una pausa di un mese o due e si ricomincia a una sola bustina al giorno.
Questi cicli van ripetuti almeno una volta l'anno. (è vero costa molto)

Disturbo bipolare
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la pagina disturbo bipolare.

Nel disturbo bipolare (secondo il DSM) o secondo una più vecchia classificazione psicosi maniaco depressiva, il triptofano ha un'ampia letteratura scientifica che dimostra l'interesse della comunità scientifica circa i potenziali benefici dello stesso aminoacido quando usato a scopo terapeutico.
In vitro

Ê stato dimostrato che vi è un'associazione tra i polimorfismi genetici del gene che codifica la serotonina (5-HT2A -1438A/G) e il disturbo bipolare.[117]

Il triptofano si mostra utile nei pazienti con disturbo dello spettro bipolare refrattari all'addormentamento (ritardata fase di addormentamento ).[118]

Nella schizofrenia e nel disturbo bipolare si è osservata una disregolazione biochimica delle vie della kinureina, metabolita sendario del triptofano.[99]

I sintomi residuali della depressione, le remissioni parziali e le ricadute sintomatiche sono correlate anche ad una deplezione del triptofano.[119]

Su un modello murrino una mutazione genica dell'enzima triptofano-idrossilasi (analoga ad una rara mutazione nell'uomo) si associa a depressione monopolare maggiore. Infatti si è osservato nel modello animale una riduzione di oltre 80% del triptofano cerebrale; suggerendo questo dato un possibile target biochimico della depressione.[120]

La variazione di un aminoacido Prolina in posizione 206 con la Serina dell'enzima triptofano-idrossilasi (TPH2), è significativamente associata a depressione bipolare.[121] Uno studio supporta il coinvolgimento di TPH2 nell'eziologia del disturbo bipolare, e polimorfismi di un singolo nucleotide identificato nello studio potrebbero essere i loci di suscettibilità per BPD.[122] Questo dato,però, viene sconfessato da un'altra ricerca.[123] Uno studio del 2005 ha identificato 5 varianti: , A-1067G, G-347T, T3804A, C27224T, e A27237G. di mutazioni puntiformi dell'enzima triptofano idrossilasi di tipo 1 THP1 diversa dal THP2 di tipo cerebrale, e in questo caso non c'è correlazione con i disturbi psichiatrici ma con quelli cardiovascolari.[124]

Il triptofano è studiato nell'ansia, nella deprsssione, nel disturbo bipolare e come antconvulsivante al pari di farmaci più consolidati in questi usi off labell, quali; fluoxetine, sertraline, clonazepam, alprazolam, tomoxetine, buproprion, duloxetine, risperidone and gabapentin.[125]
In vivo

Ricerche effettuate sull'uomo confermano i dati prima visti, Nathan nel 2005 ha dimostrato che l'infusione di Ltriptofano in soggetti con DB detemina un migliormante dei sintomi cognitivi di questi pazienti.[126]

Sobczak scriveva nel 2002 che dati suggeriscono che la vulnerabilità serotoninergica di soggetti con familiarità per il disturbo bipolare è correlata al rilascio cortisolo.[127]

La deplezione acuta del triptofano non sembra agire sul rischio suicidario in soggetti sottoposti a terapia con litio e stabilizzati.[128]

Più recentemente Applebaum J,et al., dell'Università di Negev, Beersheva, Israele, sostengono che: la deplezzione rapida del triptofno puà avere un effetto anti maniacale.[129]
I saggi dell'antichità che prendevano la bontà come loro metodo di vita erano così profondi che nessuno poteva sondare la loro mente, si muovevano cautamente come chi guada il...
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 8 Mesi fa #16032

  • lord_vivec
  • OFFLINE
  • Gold Boarder
  • sono "lordvivec" del vecchio forum
  • Messaggi: 223
  • Ringraziamenti ricevuti 37
  • Karma: 4
ok, dove lo posso comprare?
Sarà interessante anche solo vedere come reagisce l'organismo, io da molto tempo formulo ipotesi su uno squilibrio dei neurotrasmettitori CAUSATO dagli ssri...

spero solo di non doverlo comprare dall'estero...

riguardo al costo, mah, 30 euro? Ho comprato cose assai più costose e non mi hanno fatto una ceppa
Ultima modifica: 1 Anno 8 Mesi fa da lord_vivec.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 8 Mesi fa #16047

  • Clara
  • ADESSO ONLINE
  • Moderatore
  • bacetti
  • Messaggi: 1811
  • Ringraziamenti ricevuti 761
  • Karma: 22
si compra in farmacia a volte bisogna ordinarlo, una scatola Serplus 20 bustine 28 euro, ci fai 10 giorni, puoi provare a fare due scatole a due bustine al dì
e poi contiunuare con una bustina sino alla fine dei due mesi
ci sono anche le compresse che in vendita sul sito Serplus costano meno che a comprarle in farmacia (sul sito non vendono le bustine) le bustine però sono meglio perchè hanno in aggiunta i FOS frutto oligosaccaridi, per avere il massimo dell'efficacia assumere in contemporanea vitaminab6
I saggi dell'antichità che prendevano la bontà come loro metodo di vita erano così profondi che nessuno poteva sondare la loro mente, si muovevano cautamente come chi guada il...
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 8 Mesi fa #16059

  • lord_vivec
  • OFFLINE
  • Gold Boarder
  • sono "lordvivec" del vecchio forum
  • Messaggi: 223
  • Ringraziamenti ricevuti 37
  • Karma: 4
andrò a fare il giro delle farmacie, speriamo che cel'hanno...
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 8 Mesi fa #16066

  • pacio
  • OFFLINE
  • Bannato
  • Messaggi: 573
  • Ringraziamenti ricevuti 73
  • Karma: -37
se propio vuoi prendere il serplus prendilo qui www.serplus.eu/
con questo codice sconto www.emergenzautismo.org/content/view/712/80/


ma ancora piu conveniente è il biozzz
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 8 Mesi fa #16068

  • Clara
  • ADESSO ONLINE
  • Moderatore
  • bacetti
  • Messaggi: 1811
  • Ringraziamenti ricevuti 761
  • Karma: 22
sul sito si possono comprare solo le compresse , il serplus complex bustine si può acquistare solo in farmacia
www.serplus.eu/index.php/serplus-complex.html
I saggi dell'antichità che prendevano la bontà come loro metodo di vita erano così profondi che nessuno poteva sondare la loro mente, si muovevano cautamente come chi guada il...
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 8 Mesi fa #16076

  • pacio
  • OFFLINE
  • Bannato
  • Messaggi: 573
  • Ringraziamenti ricevuti 73
  • Karma: -37
Clara ha scritto:
sul sito si possono comprare solo le compresse , il serplus complex bustine si può acquistare solo in farmacia
www.serplus.eu/index.php/serplus-complex.html


ti pigli dell'inulina a parte, crei il complex e risparmi
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 8 Mesi fa #16425

  • atima
  • OFFLINE
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 253
  • Ringraziamenti ricevuti 92
  • Karma: 3
pacio ha scritto:
Clara ha scritto:
sul sito si possono comprare solo le compresse , il serplus complex bustine si può acquistare solo in farmacia
www.serplus.eu/index.php/serplus-complex.html


ti pigli dell'inulina a parte, crei il complex e risparmi

Gastrofrenal 500 mg gran. per soluz. os 6 bustine :)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 8 Mesi fa #16440

  • lord_vivec
  • OFFLINE
  • Gold Boarder
  • sono "lordvivec" del vecchio forum
  • Messaggi: 223
  • Ringraziamenti ricevuti 37
  • Karma: 4
ho dimenticato di andare a vedere. Cmq voglio prima rimuovere questo dente incapsulato, e vedere cosa succede...
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 8 Mesi fa #16536

  • sampei
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • .
  • Messaggi: 649
  • Ringraziamenti ricevuti 95
  • Karma: 6
Questo articolo è moooolto interessante.. Io da ex fibromialgico posso assicurarvi dell'importanza dell'alimentazione..
Possiamo ingurgitare qualunque pillola magica ma è l'alimentazione basica la chiave della salute.
Ciao
"..Le stelle stanno in cielo, i SOGNI non lo so.. so solo che son POCHI quelli che si avverano!"
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 8 Mesi fa #16565

  • pacio
  • OFFLINE
  • Bannato
  • Messaggi: 573
  • Ringraziamenti ricevuti 73
  • Karma: -37
atima ha scritto:
pacio ha scritto:
Clara ha scritto:
sul sito si possono comprare solo le compresse , il serplus complex bustine si può acquistare solo in farmacia
www.serplus.eu/index.php/serplus-complex.html


ti pigli dell'inulina a parte, crei il complex e risparmi

Gastrofrenal 500 mg gran. per soluz. os 6 bustine :)


spiegaci questo Gastrofrenal
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 7 Mesi fa #16733

  • pacio
  • OFFLINE
  • Bannato
  • Messaggi: 573
  • Ringraziamenti ricevuti 73
  • Karma: -37
up
mi interessa sapere di piu su questo Gastrofrenal

è da considerarsi come un integratore?
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 6 Mesi fa #17890

  • tomm
  • OFFLINE
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 4
  • Karma: 0
Permetti, che ti faccio questa domanda perché mi è venuta una perplessità su questo passaggio
“Sono spesso invitato a tenere lezioni anche sulla nutraceutica, o meglio sulle interazioni nutrienti intestino e mi capita di rabbrividire sentendo nutrizionsiti che suggeriscono di eliminare la frutta in quanto fermenta. Se la fermentazione della frutta produce gas, signiifca che siamo in presenza di disbiosi, di flora alterata. nella corretta flora batterica la frutta NON DEVE dar problemi. Eliminandola si riduce la produzione di gas, ma non si risolve il problema, anzi si indebolisce l'intestino. Questo vale per qualisiasi alimento che crea fenomeni di allergia o intolleranza, evitarlo non risolve il problema, riduce la sintomatologia.”
Sarà, che la frutta ci serve. Ma se in una dieta complessa può essere proprio la frutta , che ci reca i problemi e provoca l’infiammazione intestinale ! Poi si stima, che 1/3 della popolazione soffra di malassorbimento del fruttosio, sindrome, che aggrava ancora il disturbo ecologico intestinale, riduce il triptofano ematico e genera depressione. Possiamo anche implementare probiotici, agire su latte e glutine! Rimane il fatto, che la frutta (in eccesso rispetto alle condizioni di digestione ) è uno dei fattori di base della mal digestione. Qui ci si morde la coda e lui non dà una spiegazione esaustiva sul da farsi.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 6 Mesi fa #17893

  • ser
  • OFFLINE
  • Senior Boarder
  • scusate. ho trovato solo oggi l'info profilo
  • Messaggi: 49
  • Ringraziamenti ricevuti 7
  • Karma: 0
ciao Tomm.Ho letto un po' di fretta e non ho ben capito due cose : (1) A chi e' riferita la domanda? (2) Il lui che non da' una spiegazione,chi e' ? grazie,ciao
Al momento non lo so utilizzare.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 6 Mesi fa #17898

  • tomm
  • OFFLINE
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 4
  • Karma: 0
>> Clara ; lui = Mainardi,


saluti
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 6 Mesi fa #17905

  • Clara
  • ADESSO ONLINE
  • Moderatore
  • bacetti
  • Messaggi: 1811
  • Ringraziamenti ricevuti 761
  • Karma: 22
ciao Tomm, penso che Mainardi volesse dire che è necessario ristabilire il triptofano attraverso l'azione della alfa-lattoalbumina per poter risolvere il problema che sottolinei:

"Io sono convinto che ripristinare dei corretti processi assorbitivi intestinali riduca le sintomatologie e le faccia scomparire.
Sono arrivato a queste conclusione "costretto" dai risultati ottenuti nell'epilessia. Moltissime persone mi hanno riferito che prima di ottenere il controllo delle crisi con la proteina da me scelta in quanto ricca di trp (l'alfa-lattoalbumina), successivamente scoperta essere un potente probiotico intestinale, avevano migliorato i disturbi intestinali, problemi che non erano nemmeno stati riportati prima. Successivamente, questo anche a distanza di un anno un anno e mezzo, scomparivano allergie o intolleranze, entrambe dovute ad elevata permeabilità intestinale."
I saggi dell'antichità che prendevano la bontà come loro metodo di vita erano così profondi che nessuno poteva sondare la loro mente, si muovevano cautamente come chi guada il...
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 6 Mesi fa #17907

  • tomm
  • OFFLINE
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 4
  • Karma: 0
..senza fare una dieta specifica e senza bisogno di integratori di altro genere !! Speriamo bene. Comunque si prova!
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 6 Mesi fa #17909

  • Clara
  • ADESSO ONLINE
  • Moderatore
  • bacetti
  • Messaggi: 1811
  • Ringraziamenti ricevuti 761
  • Karma: 22
niente vieta di fare integrazione e dieta mentre si assume il Serplus, anzi le due cose non possono che giovare all'efficacia della alfa-lattoalbumina
I saggi dell'antichità che prendevano la bontà come loro metodo di vita erano così profondi che nessuno poteva sondare la loro mente, si muovevano cautamente come chi guada il...
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 6 Mesi fa #17914

  • CMN
  • OFFLINE
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 211
  • Ringraziamenti ricevuti 97
  • Karma: 12
C'è una alternativa sia all'amminoacido TRIPTOFANO (che viene assorbito in minima parte nell'intestino (1%)) oppure alla variante 5-idrossi-triptofano che evidentemente è molto presente nelle proteine del latte, come sottolineato da Mainardi, e si chiama semplcemente VITAMINA B3 (niacina nelle due forme: niacinammide e acido nicotinico). Perché nel ns organismo il triptofano viene convertito in una piccolissima quota in niacina. Dalla niacina derivano poi nell'organismo 2 altre sostanze il NAD insieme al NADH e il NADP che sono COENZIMI attivi a livello del sitema nervoso SNC.

Dato che la vitamina B3 ha un costo veramente irrisorio rispetto a qualunque altra proteina che contenga il triptofano (alfa-lattoalbumina o SERPLUS) e dato che l'assorbimento dell'amminoacido è influenzato fortemente dalle condizioni dell'intestino, va da sé - a puro livello di logica - che è MEGLIO ASSUMERE NIACINA (Vit. B3) piuttosto che triptofano sia per la biodisponibilità della sostanza sia per motivi strettamente economici.

Questa valutazione è il frutto degli studi di uno dei padri della medicina ortomolecolare e cioè lo psichiatra Abram Hoffer che ha utilizzato per 40 anni questa vitamina ed altre vitamine per le cure delle malattie nervose: ADHD nei bambini, Disturbo bipolare negli adulti, Schizofrenia, Allucinazioni con risultati strabilianti anche del 60-70% su malattie ritenute incurabili trasformando questi malati in persone "normali" sia pur dipendenti da questa sostanza naturale per mantenere la salute. Questi risultati sono stati pubblicati a suo tempo dal Dott. Hoffer tuttavia pochissimi ne conoscono l'esistenza.
Tutte le malattie citate sono le varianti della Pellagra subclinica fino ai casi più gravi cioè le allucinazioni visive, uditive o tattili.
La vitamina B3 è chiamata anche PP (cioè Pellagra Preventing) e solo 60 anni fa quando i contadini si ammalavano di pellagra mangiando solo polenta, i medici sapevano che era in relazione alle malattie nervose, ma oggi questa conoscenza si è persa.

Attenzione anche che Hoffer sottolineava che le vitamine B andrebbero prese insieme per l'effetto sinergico e di equilibrio che generano, quindi non assumete solo vit. B3, ma un complesso B a dosaggio adeguato (100 mg ad esempio).
Ultima modifica: 1 Anno 6 Mesi fa da CMN.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 6 Mesi fa #17919

  • Clara
  • ADESSO ONLINE
  • Moderatore
  • bacetti
  • Messaggi: 1811
  • Ringraziamenti ricevuti 761
  • Karma: 22
tieni presente che l'azione della alfa-latto albumina non è solo quella relativa al triptofano, il suo ventaglio di azione è vasto, altrimenti sarebbe stato sufficente , biologicamente parlando, che nel latte materno fosse presente solo la B3
I saggi dell'antichità che prendevano la bontà come loro metodo di vita erano così profondi che nessuno poteva sondare la loro mente, si muovevano cautamente come chi guada il...
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 6 Mesi fa #17922

  • CMN
  • OFFLINE
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 211
  • Ringraziamenti ricevuti 97
  • Karma: 12
Come ho spiegato la B3 viene naturalmente sintetizzata nel ns organismo quindi, strettamente parlando, sarebbe improprio anche definirla una vitamina, tuttavia in molte più persone di quanto si possa credere la conversione dell'amminoacido triptofano in niacina avviene non facilmente e si arriva a pochi punti percentuali d'efficienza, nelle donne incinte la conversione raggiunge il massimo fisiologico, mai superiore al 5%. Tra questa variabilità e l'ulteriore trasformazione della niacina in coenzima si innestano le patologie ovvero l'impossibilità di ottenere dosi sufficienti di sostanze per la sintesi dei neurotrasmettitori principalmente la serotonina.
Nel latte materno ci sono proteine ricche di triptofano e Mainardi ha messo in evidenza che è essenziale per lo sviluppo del SNC
e la sintesi della serotonina. Nel mio post precedente ho scritto che è meglio assumere la niacina del triptofano riferendomi NON ai lattanti che nella maggior parte dei casi godono di perfetta salute, ma agli individui malati che trovano giovamento dall'integrazione del SERPLUS. A costoro consiglio d'assumere acido nicotinico o niacinammide (empiricamente cioè provandolo) perché:

1) E' più efficace essendo velocemente assorbito anche da intestini "difficili".
2) Costa molto di meno

Il ventaglio d'azione del latte materno è più vasto, tuttavia il SERPLUS contiene il 4,8% in peso di triptofano e francamente è carissimo, io ho avuto modo di provarlo e sottoscrivo che NON è meglio della niacina, per quanto poco possa contare il mio parere.
Quello che conta è il parere della psichiatria ortomolecolare e di A. Hoffer che ne attestava l'eccellenza in numerose pubblicazioni.
Non ce l'ho per nulla con Mainardi, naturalmente, consiglio solo chi è malato come meglio spendere il proprio denaro.
Ultima modifica: 1 Anno 6 Mesi fa da CMN.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 6 Mesi fa #17926

  • Clara
  • ADESSO ONLINE
  • Moderatore
  • bacetti
  • Messaggi: 1811
  • Ringraziamenti ricevuti 761
  • Karma: 22
Personalmente ho sperimentato tutte e due le integrazioni, io ho avuto benefici sostanziali col serplus , può darsi che ogni persona poi abbia le sue risposte.Alcune persone che conosco hanno tratto grandi benefici sulla celiachia e sull'epilessia. Che costa molto il Serplus purtroppo è vero.
I saggi dell'antichità che prendevano la bontà come loro metodo di vita erano così profondi che nessuno poteva sondare la loro mente, si muovevano cautamente come chi guada il...
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 6 Mesi fa #17959

  • CMN
  • OFFLINE
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 211
  • Ringraziamenti ricevuti 97
  • Karma: 12
Clara se non hai avuto risultati con la niacinammide dovresti provare l'acido nicotinico.
Se per esempio non hai visto risultati con 500 mg di niacinammide dovrebbe sostituire la dose con 100 mg di acido nicotinico.
Per evitare le fastidiose ma non pericolose vampate di calore (flush) bisogna aumentare per gradi le dosi.
Lo stesso vale per chi ha provato solo l'inositolo niacinato senza benefici.
L'organismo tende ad adattarsi e le vampate gradualmente scompaiono, mentre restano gli straordinari benefici di questa integrazione. Hoffer sosteneva che l'unico rischio è quello di vivere più a lungo e in salute, spesso consigliava un'integrazione di niacina (niacinammide in 3 dosi es: 100 + 100 + 100 mg al giorno) piridossina (vitamina B6) ad es.: 50 + 50 + 50 mg, zinco (es zinco orotato o gluconato) e vitamina C (1 o 2 grammi al giorno). Altrettanto spesso consigliava di eliminare dalla dieta tutti gli zuccheri semplici e in generale tutti gli alimenti "trattati" quali: merendine, tortine, prodotti da forno ecc... suggeriva inoltre di eliminare anche il latte e tutti i suoi derivati e di assumere farine integrali e cibi naturali che certamente aiutano la flora batterica intestinale.
Se poi non si vuole rinunciare ai benefici della lattoalbumina c'è sempre il latte in polvere per lattanti che forse sarà meno purificato del Serplus, ma ha un prezzo decisamente più abbordabile.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Triptofano fibromialgia e intestino 1 Anno 6 Mesi fa #17963

  • Livio
  • OFFLINE
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 94
  • Ringraziamenti ricevuti 6
  • Karma: 1
buon giorno, ma non conviene prendere il siero di latte, dovrebbe contenere le sostanze del serplus costando meno o sbaglio.ciao
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
  • 2
Tempo creazione pagina: 0.964 secondi

v2000 solgarSOLGAR.IE

consigliato per lo shopping online. Abbiamo scoperto che in Irlanda c'è uno store rivenditore della SOLGAR. I prodotti sono gli stessi ed a buon prezzo. L'azienda propone anche "zero" costi di spedizione. CLICCA

arcobalenoErboristeria Arcobaleno

sconto per lo shopping online. Solo gli iscritti al portale "Alleanza della Salute Forum di Medicina Ortomolecolare" potranno avvalersi di tale sconto che vale l' 8%. CLICCA

EnologiaBalducci 30x30 0

Acido Ascorbico purissimo

a prezzi vantaggiosissimi per gli iscritti a questo forum. Puoi iscriverti e partecipare alle discussioni sulla salute ed il benessere ed avere sconti. Per leggere di più CLICCA